f Cefalù: denunciate dai carabinieri 34 persone per violazioni ambientali | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Cefalù: denunciate dai carabinieri 34 persone per violazioni ambientali

lunedì 21 maggio 2012, 16:10     

Letture: 856

Trentaquattro persone sono state denunciate dai militari della Compagnia di Cefalù negli ultimi mesi, all’esito di una serie di servizi a tutela del territorio svolti. Le denunce sono scattate per abusivismo edilizio e violazioni della legislazione in materia ambientale.

A Campofelice di Roccella, personale della locale Stazione ha deferito all’Autorità Giudiziaria 12 persone per illeciti edilizi. A seguito di sopralluogo, gli indagati sono ritenuti responsabili, in qualità di proprietari di unità abitative ricadenti in complessi residenziali, di aver realizzato, in zona sottoposta a vincoli sismici e sulla protezione delle bellezze naturali, manufatti quali pergolati, corpi accessori in muratura nonché variazione di destinazione d’uso dei locali.  Stesse violazioni accertata anche dai militari della Stazione di Collesano, che hanno denunciato un soggetto per illeciti edilizi e da quelli della Stazione di Lascari, che hanno deferito, per il medesimo reato, una persona che aveva realizzato in fondo di sua proprietà, in assenza di autorizzazioni, ulteriori locali, attigui a costruzione già esistente, nonché un campetto da calcetto.

Sul fronte ambientale, infine, la Stazione di  Castelbuono ha segnalato all’autorità giudiziaria, a vario titolo, 20 persone per aver depositato in maniera incontrollata, in aree private e demaniali, rifiuti speciali ed ingombranti quali carcasse dia autovetture in disuso e per aver trasportato illecitamente rifiuti speciali quale materiale ferroso, elettrodomestici e parti meccaniche e di carrozzeria di autoveicoli. (ufficio stampa carabinieri)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.