f Coinres, lavoratori protestano a Palermo. La Fit Cisl "sono esasperati, vogliono delle soluzioni" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Coinres, lavoratori protestano a Palermo. La Fit Cisl “sono esasperati, vogliono delle soluzioni”

martedì 15 maggio 2012, 17:46   Attualità  

Letture: 784

Esplode la protesta dei lavoratori del Coinres il consorzio che gestisce la raccolta rifiuti in 21 comuni del palermitano. Più di una cinquantina di operatori hanno protestato davanti la sede del Dipartimento Regionale Rifiuti in via Catania a Palermo, perché senza stipendio da ormai due mesi, stanchi di attendere soluzioni che non giungono. Coinres, infatti è al collasso, da diverso tempo i comuni soci continuano a non versare le spettanze per pagare i lavoratori.   

Dopo la protesta, è stata convocata una riunione per giovedì alle 16,  alla quale prenderanno parte i sindaci del Coinres, l’assessore regionale  Energia e Ambiente Giosué Marino e il dirigente generale del Dipartimento Rifiuti Enzo Emanuele. “Sino a stamani non avevamo ancora ricevuto la convocazione del un tavolo chiesto alla Regione- spiega Francesco Ferrara Segretario Provinciale Fit Cisl – e gli operatori esasperati hanno deciso autonomamente di protestare in attesa di una risposta”.

“Avevamo lanciato l’allarme la scorsa settimana –aggiunge – e ora le condizioni del Coinres si sono aggravate e la tensione fra i lavoratori è esplosa”. “Auspichiamo che le istituzioni presenti a questo incontro ci ascoltino affinché il tavolo possa rappresentare la svolta necessaria per cambiare pagina nella gestione del Consorzio, garantendo il servizio ai cittadini e la retribuzione ai lavoratori. Se non verranno trovate soluzioni condivise, il rischio di stop della raccolta si concretizza ogni giorno di più”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.