f Consiglio comunale di Bagheria. "Solidarietà al sindaco". Lo Meo: "voglio andare avanti" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Consiglio comunale di Bagheria. “Solidarietà al sindaco”. Lo Meo: “voglio andare avanti”

venerdì 1 giugno 2012, 15:28   Politica  

Letture: 1.403

di Martino Grasso

Nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, convocata in seduta straordinaria dal presidente Caterina Vigilia, e alla quale hanno preso parte anche rappresentanti dei comuni limitrofi (Altavilla Milicia, Ficarazzi, Santa Flavia e Casteldaccia), è stata espressa solidarietà al sindaco Vincenzo Lo Meo in riferimento all’aggressione subita, da alcuni dipendenti del Coinres di Misilmeri, a Villabate. Tutti i consiglieri comunali hanno inoltre dichiarato di rinunciare al gettone di presenza.

Il documento approvato. Il consiglio ha anche approvato un ordine del giorno con il quale “condanna l’aggressione subita dal sindaco a Villabate durante l’assemblea dei sindaci del consorzio Coinres. Gli atti di violenza  non sono giustificabili, neanche in un momento di grave crisi economica e sociale: questo gesto rappresenta un attacco a tutte le Istituzioni politiche e democratiche nel territorio, quindi a tutta la cittadinanza bagherese. I gruppi politici esprimono solidarietà e vicinanza al primo cittadino impegnato in una questione di difficile risoluzione, pertanto chiedono un intervento forte e una presenza costante da parte di tutte le istituzioni coinvolte, Stato, Regione, Prefetto e Forze dell’ordine, per la tutela del Nostro Ente e del nostro territorio”.

L’intervento del sindaco. In apertura della seduta il sindaco ha ringraziato per la solidarietà ricevuta e ha detto a chiare lettere: ”voglio andare avanti. Sono fiducioso”. Ha anche fatto  alcune considerazioni. “Tutti i sindaci -ha detto-   siamo consapevoli che i dipendenti del Coinres hanno diritto ad andare avanti. Ma il clima del Coinres, dal punto di vista finanziario è insostenibile. Oggi c’è un problema di ordine sociale.” Lo Meo ha aggiunto che “bisogna rivedere i contratti di lavoro degli operai. Dobbiamo fare scelte dolorose, ma necessarie. Bisogna trovare il modo per risparmiare. I sindaci devono essere messi nelle condizioni di operare in libertà, senza condizionamenti. Non è ammissibile che un terzo del bilancio comunale venga destinato al Coinres.”

La solidarietà degli amministratori degli altri comuni.

E’ stata poi la volta degli attestati di stima. Si sono alternati il sindaco di Altavilla Milicia Nino Parisi che ha comunicato “abbiamo chiesto di uscire dal Coinres.” L’assessore del comune di Casteldaccia Salvatore Manzella ha espresso la solidarietà al sindaco ma ha aggiunto: “non si può fare di tutta l’erba un fascio”. Il vicesindaco di Ficarazzi, Federica Fricano ha detto che ”la situazione è insostenibile”. E’ intervenuto anche il vicepresidente della Provincia Piero Alongi secondo il quale: “occorre un piano industriale ordinato”.

Gli interventi dei consiglieri comunali.

Gaetano D’Agati dell’Udc ha detto “condanniamo questi atti di intimidazione che sono intollerabili.” Mimmo Di Stefano di Bagheria Popolare ha sottolineato l’assenza di alcuni istituzioni, mentre Gianni Amari del gruppo “l’altra Bagheria” ha detto che “il problema è annoso e grave e gli scenari sono pericolosi”. Angelo Puleo della lista Civicamente ha tenuto a precisare che “non sono ammissibili atti di prevaricazione”, mentre Gino Di Stefano del Pid ha espresso solidarietà al sindaco ma ha anche puntato l’accento sulla poca comunicazione del sindaco con il consiglio comunale. Ha anche detto: “lei in questo momento è solo”. Antonino Arena del Fli ha detto che il suo gruppo “sosterrà l’operato del sindaco”. Gli ultimi interventi sono stati di Nino La Corte del Pdl, che ha chiesto maggiore dialogo fra il sindaco e il consiglio, Daniele Vella del Pd che ha sottolineato che il problema del Coinres è il “problema dei problemi e va risolto”, mentre anche Antonio Passarello dei democratici per Bagheria ha espresso solidarietà al primo cittadino.

In conclusione ha preso la parola ancora il sindaco che ha comunicato l’intenzione di chiedere un incontro al Prefetto e chiedere la convocazione del comitato provinciale per l’ordine pubblico. Il sindaco ha aggiunto che l’11 giugno si recherà in Prefettura.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.