f Il Città di Bagheria si rinnova nei quadri societari. Previsto il cambio al vertice | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il Città di Bagheria si rinnova nei quadri societari. Previsto il cambio al vertice

martedì 26 giugno 2012, 09:40   Sport  

Letture: 1.472

di Pino Grasso

In vista della prossima stagione, il Città di Bagheria si rinnova nei quadri societari con un ruolo di maggiore rilievo che sarà assunto dall’imprenditore Francesco Raspanti il quale rivestirà il ruolo di presidente, rilevando Peppuccio Provenzano che rimarrebbe come dirigente. Raspanti da anni vicino alla società sarebbe pronto ad investire energie personali ed economiche per allestire una squadra competitiva che possa fare sognare i tifosi bagheresi in vista del prossimo campionato di Eccellenza.

“Tutto è subordinato alle risposte che attendiamo dall’amministrazione comunale – spiega il direttore generale Salvo Bartolone – alla quale da tempo chiediamo interventi concreti per rendere pienamente funzionale lo stadio comunale. Sia chiaro che non vogliamo l’assegnazione diretta della gestione dell’impianto sportivo, ma che si assegni con un bando pubblico”.

All’indomani della conquista della terza coppa Italia della storia contro il Pro Favara, sul neutro di Mazara del Vallo, al termine di un’epica partita conclusa in inferiorità numerica 8 contro 11, la squadra avrebbe dovuto esporre il trofeo in aula consiliare, ma quella manifestazione non si svolse per evitare le solite passerelle dei politici che non rispondono alle sollecitazioni della società che chiede di rendere funzionale lo stadio costruito negli anni Cinquanta e che necessita di notevoli e urgenti interventi strutturali. Nel 2009 il Comune approvò, in sede di Piano triennale delle opere pubbliche, un progetto esecutivo complessivo dell’importo di 2.195.782,27 euro. Con il primo lotto di 514.037,29 euro, fu realizzato il manto erboso in sintetico, ma poi i successivi interventi per rendere funzionale la tribuna, ripristinare gli spogliatoi e gli altri ambienti si arenarono. Se entro l’estate il Comune non prenderà una decisione, la maggiore squadra di calcio cittadina, potrebbe essere costretta, ancora una volta, come nella stagione 2009/2010 a giocare in campo neutro.

“Aspettiamo che l’amministrazione comunale faccia il primo passo e si impegni a rendere pienamente agibile lo stadio – aggiunge Bartolone – dove le famiglie possano ritrovarsi insieme con i figli per trascorrere un pomeriggio di sport. Da parte nostra siano pronti a partire e programmare una grande stagione”. Intanto per affrontare il campionato di Eccellenza da protagonista occorre confermare la squadra che ha conquistato la coppa Italia e soprattutto ripartire dal suo allenatore Beppe Rinaudo per il quale non mancano le richieste, prima tra tutte quella dell’Alcamo. “Se l’allenatore e i giocatori vogliono rimanere con noi devono manifestare questo desiderio apertamente – aggiunge il team manager Bartolone – e noi saremo lieti di accontentarli. Certamente a questa squadra vanno aggiunti altri 4 – 5 elementi, per rafforzare tutti i reparti”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.