f Anna Incerti potrebbe avere vinto la medaglia d'oro degli europei di Barcellona 2010 | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Anna Incerti potrebbe avere vinto la medaglia d’oro degli europei di Barcellona 2010

sabato 7 luglio 2012, 08:43   Sport  

Letture: 993

L’atleta bagherese Anna Incerti, potrebbe vedersi assegnata, d’ufficio, la medaglia d’oro della maratona, dei campionati europei che si sono svolti a Barcellona nel 2010.
Dopo la squalifica per Doping della Lituana Zivile Balciunaite 1°classificata ai Campionati Europei di Barcellona 2010, a distanza di quasi due anni la Federazione Russa di Atletica Leggera annuncia un provvedimento retroattivo di squalifica per l’attuale Campionessa Europea di maratona Nailya Yulamanova in origine seconda classificata.

Inizialmente confermata la seconda posizione per la nostra portacolori Anna Incerti, ora le si potrebbe assegnare il titolo di Campionessa Europea di maratona 2010.
La notizia inizialmente ha reso felici i diretti interessati, Anna Incerti ed il suo allenatore prof.Tommaso Ticali, ma successivamente ha evidenziato rammarico per la vicenda.
Dice il prof Tommaso Ticali “lo sport fatto in questa maniera non è lo sport che insegno ai miei allievi. Sono amareggiato che la mia atleta si trovi spesso in queste condizioni, dove atlete con pochi scrupoli, puntando all’introito economico, prendono la strada del Doping. La soddisfazione per una atleta di godere del proprio risultato al momento stesso della gara è impagabile, e ad Anna l’hanno tolta. Ribadisco che la lotta al doping non è ancora come dovrebbe essere: certi atleti non si spaventano per le squalifiche. Scontate queste rientrano e spesso vengono”ribeccati”. Bisogna adottare sistemi più ferrei come la squalifica a vita alla prima positività, il pagamento del test e una sanzione economica consistente all’atleta e magari in parte a chi li rappresenta. Speravo che quest’anno si adottasse il “Passaporto biologico”come fatto da molte Federazioni”.
Anna Incerti come sempre sorridente esprime felicità per la vicenda e un leggero disappunto “Passare sotto il traguardo a mani alzate, e in premiazione salire sul gradino più alto del podio con l’Inno di Mameli che scandisce la salita del Tricolore sull’asta più alta sarebbe stata un emozione fantastica” racconta la capitana azzurra-” sarà difficile ma continuerò ad allenarmi pensando alla onestà di tutti cercando di dare il massimo.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.