f Caldo. Oggi il giorno più infuocato per colpa di Minosse | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Caldo. Oggi il giorno più infuocato per colpa di Minosse

giovedì 12 luglio 2012, 14:29   Attualità  

Letture: 815

E’ oggi il giorno più caldo di questa nuova ondata di calore nella Sicilia. L’anticiclone africano Minosse sta infuocando l’Italia e soprattutto la Sicilia.

In quasi tutte le città del centrosud rispecchiano questo trend, che vede ovunque temperature di ben 6 gradi oltre le medie trentennali.  Oggi si sono registrate punte record, con i 43 gradi nel ragusano. Ma anche a Palermo e a Bagheria il caldo è torrido e insopportabile.  A determinare l’aumento delle temperature è Minosse, il terzo anticiclone subtropicale sahariano a investire l’Italia in poco più di un mese, che ha fatto innalzare nuovamente la colonnina di mercurio oltre i 40 gradi al sud e sulle isole, e ben oltre i 35 al centro e sull’Emilia Romagna.  Proprio in Emilia Romagna è allerta della Protezione Civile per il caldo fino alle 17 di giovedì.  Secondo gli esperti del sito 3bmeteo.com, i valori termici saranno mediamente di 4-7 gradi oltre le medie del periodo, ma con punte localmente anche superiori ai 10 gradi. Ma non tutti sono d’accordo nel dire che il caldo è eccezionale: “L’anticiclone africano – rileva il meteorologo Sergio Brivio – è relegato a latitudini piuttosto basse, non riesce a raggiungere il centro Europa, stenta a lambire anche il Nord Italia. Una situazione che nulla ha a che vedere con l’estate 2003, quella sì eccezionale, quando l’aria africana raggiungeva pure Francia, Gran Bretagna e Scandinavia”.

«L’emergenza-caldo  provoca un impennata di ricoveri nelle strutture di pronto soccorso degli ospedali» e «i picchi di queste ore mettono ancor di più in evidenza le carenze di organico e il fallimento della riforma regionale». Lo affermano, in una nota congiunta, Uil, Uil Fpl e Uil Medici di Catania, ricordando che mediamente le tre aziende sanitarie cittadine (Garibaldi, Vittorio Emanuele e Cannizzaro) eseguono, ciascuna, 60 mila prestazioni annue.

Ammontano ad almeno 400 milioni di euro i danni provocati alle coltivazioni agricole dalla siccità che con il grande caldo provocato da tre anticicloni sta «soffocando» da oltre un mese l’Italia.   È quanto emerge dal primo monitoraggio effettuato dalla Coldiretti in occasione dell’arrivo di Minosse dopo che il mese di giugno si è classificato al terzo posto tra i più caldi di sempre con la caduta del 71 per cento di precipitazioni in meno rispetto alla media secondo secondo Isac-Cnr.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.