f Coinres, allarme dei sindacati "lavoratori senza retribuzioni, o risposte o protesteremo" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Coinres, allarme dei sindacati “lavoratori senza retribuzioni, o risposte o protesteremo”

martedì 31 luglio 2012, 16:13   Attualità  

Letture: 925

“Abbiamo richiesto al nuovo commissario liquidatore del Coinres un incontro urgente per capire, a fronte delle casse del Consorzio in perenne sofferenza, i tempi e le modalità di pagamento della retribuzione di luglio e della quattordicesima, che, nonostante qualcuno continui a considerarla ‘congelata’ , è dovuta in quanto istituto contrattuale inderogabile. Auspichiamo che il commissario possa dare risposte positive, altrimenti saremo costretti nostro malgrado ad avviare le conseguenti azioni di protesta”. Ad affermarlo intervenendo sulla vicenda del Coinres, sono Francesco Ferrara Segretario provinciale Fit Cisl Palermo, Valerio Lombardo Fp Cgil e Nino Celano Uiltrasporti.
“Ricordiamo che ancora oggi fra i lavoratori del Coinres c’è chi ha già percepito da un pezzo la retribuzione di giugno e chi invece ancora l’attende. Non è accettabile che ci siano dei lavoratori di serie A e altri considerati di serie B, hanno tutti pari dignità.

Ci opponiamo con forza a questo modus operandi che produce soltanto discriminazioni”. I sindacati Fit Cisl Fp Cgil e Uiltrasporti rispondono poi alle dichiarazioni del sindaco di Bagheria Lo Meo. “Dichiarazioni che ci appaiono poco lucide, certamente i problemi del Coinres non possono essere risolti additando in pubblica piazza i lavoratori, a Bagheria così come negli altri comuni, gli operai del Coinres per garantire comunque l’espletamento dei servizi di raccolta, sono costretti a subire quotidianamente condizioni di lavoro poco dignitose dovute alla costante mancanza dei dispositivi di protezione e delle attrezzature utilizzate, oramai logore da diverso tempo. Constatiamo piuttosto che i lavoratori del Consorzio sono diventati ormai ostaggio dei sindaci e dei loro apparati burocratici comunali, che tentano in ogni modo di bloccare e ritardare i trasferimenti delle risorse economiche dovute al Coinres e quindi il pagamento degli stipendi. Continuiamo, infatti, a non capire come lo stesso sindaco di Bagheria – concludono Ferrara, Lombardo e Celano – possa affermare di essere in regola con i pagamenti quando, solo per la mensilità di giugno ha trasferito circa 400 mila euro in meno rispetto al dovuto, e per solo2012 haun debito pregresso pari a circa 1,8 milioni di euro. Evidentemente i conti non tornano”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.