f Ficarazzi. Dispositivo per evitare che i parcheggi per disabili siano occupati da altri | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Ficarazzi. Dispositivo per evitare che i parcheggi per disabili siano occupati da altri

lunedì 30 luglio 2012, 15:15     

Letture: 1.263

di Pino Grasso

FICARAZZI Un nuovo dispositivo per evitare che i parcheggi per diversamente abili siano occupati, senza alcun diritto, da altre vetture. È il progetto del corpo della Polizia Municipale. Si tratta del park tutor, un dispositivo previsto dal comandante della Polizia Municipale, Pietroantonio Bevilacqua, volto ad evitare i disagi che un diversamente abile può vivere, come quello di vedersi ingiustificatamente occupato un parcheggio spettante di diritto. In altre parole il park tutor assicura l’effettiva disponibilità per i soggetti autorizzati.“Il park tutor si costituisce di due elementi – afferma il comandante – un dispositivo alimentato da un piccolo pannello fotovoltaico, piazzato proprio davanti al parcheggio H e  collegato a uno sottoterra che riconosce in modo univoco il “badge attivo” assegnato al disabile, un congegno tascabile che certifica in modo digitale il guidatore che ha diritto al parcheggio, secondo l’apposita autorizzazione rilasciata dai servizi sociali del Comune”. In caso di parcheggio abusivo, grazie alla tecnologia GPS viene inviato un segnale alla stazione della Polizia municipale di Ficarazzi che invierebbe una pattuglia sul posto per verificare l’occupazione non autorizzata. In questo modo i parcheggiatori abusivi non dovrebbero più avere vita facile in paese , tuttavia il park tutor è stato installato al momento solo in chiave sperimentale per sessanta giorni in un parcheggio H lungo il corso Umberto I, all’angolo con via Grazia Deledda e in un altro trecento metri più avanti, di fronte l’ingresso della Scuola elementare “Francesco Paolo Tesauro”.

L’amministrazione comunale diretta dal sindaco Francesco Paolo Martorana sta sperimentando questo dispositivo, installato già a Roma, Milano e Palmi (RC), perché se da un lato bisogna proteggere i diritti dei diversamente abili, dall’altro è necessario valutare la sua reale efficienza. I proventi che deriveranno dalle multe che verranno elevate serviranno per migliorare i servizi di viabilità che sono stati già ottimizzati grazie all’istituzione del disco orario con sosta regolamentata in corso Umberto e il divieto di transito ai camion, varati sempre dal Comandante della Polizia municipale Pierantonio Bevilacqua in considerazione che sull’asse viario principale del centro abitato, insistono numerose attività commerciali e che la sosta permanente degli automezzi, nuoce alle stesse e pregiudica anche il regolare flusso del traffico cittadino.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.