f La capitaneria di porto di Palermo: sicurezza delle attività in mare e consigli utili | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La capitaneria di porto di Palermo: sicurezza delle attività in mare e consigli utili

martedì 31 luglio 2012, 11:30   Attualità  

Letture: 1.202

La Capitaneriadi Porto di Palermo ha dato il via  all’operazione “mare sicuro”, intesa a rafforzare i controlli lungo tutto il litorale di propria competenza al fine di garantire all’utenza un’adeguata e tranquilla fruibilità della fascia costiera palermitana. 
I militari della Guardia Costiera hanno messo in campo una serie di iniziative finalizzate alla prevenzione di comportamenti pregiudizievoli; in particolare durante i controlli lungo i litorali hanno provveduto ad informare i diportisti e bagnanti sulle normative vigenti in materia di sicurezza delle attività in mare.

I consigli principali forniti ai diportisti sono i seguenti:
–         verificare l’efficienza dello scafo, del motore e delle dotazioni di bordo prima di uscire in mare;
–         rispettare le distanze dalla costa (300 mt dalle spiagge e 100 mt dalle coste cadenti a picco sul mare);
–         rispettare i limiti di velocità consentite;
–         rispettare le normative che regolano le Aree Marine Protette;
–         utilizzare i corridoi di lancio ed i canali di atterraggio per l’ingresso e uscita dalle spiagge.

Per quanti effettuano le immersioni subacquee sportive, i militari della Guardia Costiera ricordano le modalità di segnalazione e le distanze di sicurezza ma soprattutto consigliano di fare immersioni solo in condizioni psicofisiche perfette.
Per quanto concerne i consigli ai bagnanti è necessario attenersi a quanto riportato sull’Ordinanza Balneare 33/2012; in particolare è importante verificare se la spiaggia è asservita, o meno, da servizio di salvataggio; il bagnino è facilmente individuabile (indossa una maglietta rossa e è staziona su una torretta alta 2 mt.); non perdere mai di vista i limiti acquee sicure che, con il posizionamento di gavitelli, indicano la profondità di 1,60 mt.

Si ricorda, inoltra, che non è consentito:
–         occupare la striscia di arenile larga 5 mt. in quanto destinata al solo transito dei bagnanti;
–         lo svolgimento di giochi che possono recare danno o molestia a persone, quali palloni, tamburelli, frisbee; detto divieto è da intendersi esteso anche agli specchi acquei prospicienti le spiagge fino ad una distanza di metri 25 dalla battigia. Tale distanza nel solo Golfo di Mondello è aumentata fino a metri 50.

Infine per quanti praticano la pesca sportiva, si ricordano i quantitativi massimi catturabili (5 Kg./giorno) nonché le specie ittiche vietate, gli attrezzi da pesca consentiti e soprattutto il divieto di commercializzazione del pescato proveniente dalla pesca ricreativa. Per ulteriori informazioni in materia di pesca è necessario fare riferimento al D.lgs. 04/2012.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.