f Consigliere ma quanto mi costi? | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Consigliere ma quanto
mi costi?

sabato 25 agosto 2012, 19:59   L'Opinione  

Letture: 1.161

di Salvatore Siragusa

Con riferimento alle polemiche legate alle inchieste giornalistiche di questi giorni riguardo ai compensi dei consiglieri comunali ed in particolare ai rimborsi dovuti dall’amministrazione comunale alle ditte private che annoverino consiglieri eletti tra i propri dipendenti, secondo quanto regolamentato dalle L.R. N. 6/2009 e 30/2000 e dalle varie determine sindacali e dirigenziali, vorrei in primo luogo esprimere la mia solidarietà personale a Viviana Lamesta, il mestiere di giornalista, libero e legato solo al rapporto fiduciario con i lettori è difficile anche in un “piccolo” centro come il nostro, farlo con impegno e dedizione come ha finora fatto Viviana Lamesta e riceverne la giusta gratificazione dai propri lettori è la migliore soddisfazione.

Nel merito di quanto emerso, appare evidente che allo stato, non vi sia nulla che possa richiamare a comportamenti illeciti, fermo restando che tali giudizi competono esclusivamente alle Istituzioni proposte. E’ palese però l’incombere di una questione etica e morale che può far emergere nei cittadini bagheresi, in un momento così economicamente difficile, sia a livello di singole famiglie che a livello di amministrazione comunale, un senso di ulteriore sfiducia, distacco e distanza dalle Istituzioni.

È per questo che aggiungo il mio invito all’amministrazione, oltre quelli già fatti dai media cittadini, dal mio stesso MoVimento e da altre realtà civiche bagheresi, affinchè si avvii un vero e concreto processo che porti ad un livello maggiore di trasparenza dell’attività e delle spese per compensi, indennità, rimborsi e consulenze, iniziando magari con l’attuare quanto previsto dallo stesso Statuto del Comune di Bagheria all’Art. 26 commi 5 e 6 ed operando laddove evidente e necessario i dovuti risparmi.

In un momento difficile come questo per la nostra comunità cittadina è necessario che tutti riflettano che solo restaurando un reale e sincero legame basato sulla fiducia, ovvero quando chi si occupa dell’amministrazione della cosa pubblica è il primo a dare l’esempio operando in maniera sincera e trasparente, i cittadini potranno nuovamente essere partecipi e condividere le scelte, anche impopolari che l’amministrazione potrà essere necessariamente costretta a compiere nell’immediato futuro per ovviare alla difficile situazione economica comunale. Quando si crea il giusto rapporto fiduciario cittadino-amministrazione si potrà sempre contare sul fatto che ogni singola scelta sarà fatta nell’interesse e per il bene dell’intera comunità. Noi, come Grillo di Bagheria, MoVimento 5 Stelle Bagheria, in verità, nel recente passato avevamo già lanciato segnali in tal senso. Allora furono inascoltati, li riproponiamo oggi, sperando di essere ancora in tempo.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.