f Controlli dei carabinieri per il ponte di Ferragosto da Capaci ad Aspra | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Controlli dei carabinieri per il ponte di Ferragosto da Capaci ad Aspra

martedì 14 agosto 2012, 08:19   Attualità  

Letture: 1.128

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, in occasione del lungo ponte di Ferragosto, hanno intensificato i controlli predisponendo uno specifico piano di sicurezza per cittadini e i turisti che si trovano a Palermo e in Provincia, con uno sforzo operativo che non conosce sosta.
Anzitutto saranno presidiati i parchi, le località balneari e tutte le piazze dove, specie nei comuni della riviera, sono state organizzate serate danzanti: da Isola a Capaci ad Aspra passando attraverso il litorale della città da Mondello a via Messina Marine.

In particolare, le Stazioni Mobili dei Carabinieri presidieranno gli abitati di Mondello e Sferracavallo. Questi mezzi speciali saranno impegnati anche a Aspra e Isola delle Femmine e potranno essere un immediato punto di contatto per chi, tra la folla, possa avere necessità di intervento.

Le pattuglie dell’Arma saranno posizionate anche sulle vie principali di accesso alle località balneari, con particolare riguardo alle statali 113 e 121. Qui opereranno i dispositivi per il controllo del tasso alcolemico, evitando che persone non pienamente lucide si pongano alla guida con pericolo per tutti gli utenti della strada.

I militari dell’Arma vigileranno sulla sicurezza dei cittadini attraverso mezzi aerei e le motovedette.

Si tratta di prevenire reati predatori sulle imbarcazioni ancorate lungo il litorale e sotto gli ombrelloni, dove molto spesso vengono abbandonati capi di abbigliamento di valore, occhiali da sole griffati e portafogli con documenti e somme in denaro.

In particolare, nelle giornate del 14 e del 15, si alzeranno in volo due elicotteri del 9° Elinucleo Carabinieri che in contatto radio con la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo – Trapani – Agrigento e Caltanissetta, garantiranno il monitoraggio e il controllo di tutte le principali arterie stradali e della fascia costiera che va da Palermo a Cefalù, da Carini a Partinico sino a San Vito lo Capo (TP). Il secondo velivolo di pronto impiego, si occuperà di vigilare le zone boschive onde prevenire il rischio di incendi ed impiegato in caso di interventi urgenti di soccorso il montagna ed in mare.

Prioritaria anche la sicurezza di coloro che sono rimasti in città e degli appartamenti incustoditi.

Le Compagnie urbane di Piazza Verdi e San Lorenzo saranno intensamente impegnate per questa esigenza di prevenzione.

“I Carabinieri in questi giorni sono al massimo del loro sforzo operativo in termini di uomini e mezzi dispiegati sul territorio, per garantire serenità e tranquillità – afferma il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Palermo, Generale di Brigata Teo Luzi –ma non c’è piena sicurezza senza il senso civico dei cittadini”.
Per questo i Carabinieri invitano i cittadini a segnalare ogni situazione di disagio o pericolo al numero di emergenza “112” attestato presso la Centrale Operativa che coordinerà l’impiego di oltre 200 uomini impegnati in queste attività.

In particolare si invitano i cittadini a:

         non mettersi al volante dopo avere assunto sostanze alcoliche ma valersi della presenza di un familiare o di un amico, idoneo alla giuda;
         evitare assolutamente di accendere fuochi in aree non autorizzate, utilizzare i punti cottura di aree attrezzate;
         non utilizzare combustibili ad alto rischio di infiammabilità, tali da potere arrecare seri danni per la propria incolumità e per il pericolo del propagarsi di incendi boschivi;
         non abbandonare rifiuti di ogni genere in aree pubbliche;
         prima di uscire da casa assicurarsi che tutti gli infissi siano bloccati e la porta d’ingresso ben chiusa;
         in caso non si abbia la possibilità di rivolgersi ad un familiare, chiedere ad un vicino di casa di controllare l’abitazione;
         assicurare negli appositi armadi blindati le armi detenute.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.