f Niente sconto per Antonio Conte. Confermata la squalifica di 10 mesi | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Niente sconto per Antonio Conte. Confermata la squalifica di 10 mesi

mercoledì 22 agosto 2012, 19:43   Sport  

Letture: 855

È arrivata questa mattina per l’ex allenatore juventino Antonio Conte la sentenza definitiva della Corte di Giustizia federale di Roma all’udienza d’appello del terzo processo stagionale sul calcio scommesse, confermando la decisione della Commissione disciplinare. Prosciolti, invece, Bonucci, Pepe e Di Vaio.

Conte però è stato in parte prosciolto, «in relazione all’incolpazione relativa alla gara Novara-Siena», del 1 maggio 2011, ma ha confermato la squalifica di dieci mesi sulla base dell’omessa denuncia per Albinoleffe-Siena del 29 maggio dello stesso anno. Secondo la Corte, Conte non era a conoscenza della combine Novara-Siena. I suoi legali sono comunque pronti ad appellarsi al Tnas del Coni.

Confermati i proscioglimenti di Leonardo Bonucci e Simone Pepe, entrambi in forza alla Juventus, e di Marco Di Vaio che erano stati già decisi dalla Disciplinare. Confermato il proscioglimento, ottenuto in primo grado, per l’Udinese: il club friulano era chiamato a rispondere per responsabilità oggettiva in riferimento al comportamento del suo ex giocatore, Simone Pepe, nella presunta combine della partita Udinese-Bari del 9 maggio 2010. Confermati i 6 mesi di stop per Daniele Portanova del Bologna e Nicola Belmonte del Siena. Confermati tre anni di squalifica a Emanuele Pesoli (il tesserato del Siena si era incatenato alla Federcalcio contro la sentenza di primo grado che lo aveva squalificato per 3 anni).

E ancora. Due mesi di sconto al vice di Antonio Conte, Angelo Alessio: la corte di giustizia ha infatti ridotto da otto a sei mesi la squalifica del collaboratore di Conte che nella stagione del Siena era suo vice e nello stesso ruolo lo aveva seguito alla Juventus.

Accolto invece il ricorso di Piero Camilli e del suo Grosseto: i maremmani la prossima stagione giocheranno nel campionato di serie B.

Lecce retrocesso. Bocciato il ricorso, il club pugliese sarà escluso dalla serie B per il prossimo campionato. I giudici hanno poi confermato la squalifica per 5 anni nei confronti dell’ex presidente del Lecce Pierandrea Semeraro, e per 3 anni del calciatore Stefano Guberti.

Ridotta da due a un punto la penalizzazione del Novara (oltre a una ammenda di 20mila euro).

(Fonte Corriere.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.