f A Piazza Armerina la mostra di gioielli del bagherese Carmelo Maria Carollo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

A Piazza Armerina la mostra di gioielli del bagherese Carmelo Maria Carollo

venerdì 7 settembre 2012, 16:08   Cultura  

Letture: 1.715

Si inaugura oggi a Piazza Armerina, nella villa del Casale, la mostra dell’architetto bagherese Carmelo Maria Carollo. Per l’inaugurazione è prevista anche l’esibizione di Paolo Zarcone e Francesco Martorana.
Il testo è a cura di Giada Cantamessa, il testo in Siciliano di Maria Belbruno, mentre le foto sono di Giuseppe Fricano.

“Come in una preziosa miniatura forgiata attraverso la sedimentazione di antichi saperi -scrive Giada Cantamessa- , le opere di Carmelo Maria Carollo interpretano miti lontani che abitanola Siciliaconiugando il valore delle tradizioni storiche della sua terra con l’interesse verso un’espressività legata al contemporaneo. E’ un gioco alchemico quello che lega la combinazione dei materiali che l’artista utilizza, una sinergia tra i suoi studi in Restauro Architettonico presso l’Università di Palermo e la passione per l’arte dei metalli e dell’oreficeria che insegna e ha appreso, fin da giovane, presso l’Istituto d’arte di Bagheria, città in cui risiede.

Dopo un debutto artistico incentrato sulla creazione di monili derivati dal riciclo di materiali poveri, Carollo sofferma la sua attenzione sull’unicità dell’oggetto che diventa prezioso grazie al sapiente connubio tra metalli e fibre di carbonio o plexiglass utilizzate per creare uno iato con una tradizione millenaria. Così hanno origine i suoi soggetti, figure quasi eteree che si librano, tra gli spazi, con una consistenza filiforme sospesa tra storia e racconto, fino a diventare simboli delle pulsioni di vita e di morte rappresentate da Eros e Thanatos. Da questa opposizione è la passione a prorompere, con forza rigeneratrice, nella sinuosità dei corpi che si intrecciano e si legano ad elementi  inseriti nella trama metallica, scenario modulabile di una memoria senza tempo.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.