f Bagheria. Ricordato in un incontro pubblico l'ex senatore Andrea Zangara | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Ricordato in un incontro pubblico l’ex senatore Andrea Zangara

sabato 15 settembre 2012, 09:48   Attualità  

Letture: 2.043

di Martino Grasso

E’ stato ricordato soprattutto l’uomo. Andrea Zangara, ex senatore della repubblica, scomparso l’anno scorso, è stato l’unico protagonista dell’incontro di ieri svoltosi a villa Cefalà, in occasione del libro a lui dedicato da Salvatore Migliore, dal titolo “Andrea Zangara l’uomo-il politico”.

Non ha preso parte l’ex presidente del Senato Franco Marini. Presenti anche la moglie Giuseppina e i figli. C’erano tutti gli amici che hanno conosciuto in vita Zangara e che gli hanno dedicato un lungo abbraccio nei loro interventi. Tutti hanno voluto ricordarlo soprattutto dal punto di vista umano.

Ha coordinato il giornalista Vincenzo Morgante, che ha conosciuto Zangara, ne ha ricordato l’umiltà :”aveva la capacità di intrecciare i rapporti “aveva tanta attenzione verso i giovani”.

Il sindaco Vincenzo Lo Meo ha esordito dicendo che ne ha imitato il modo di sapere chiedere il consenso, mentre Antonino Mangione, presidente del consiglio comunale di Santa Flavia,  lo ha ricordato come un grande politico.

E’ stata poi la volta dei suoi tanti amici.

Antonello Cracolici deputato regionale del Pd, ha sottolineato che Andrea “era un uomo con tante cose da insegnare. Ci trasmise l’amore per la politica. Ha insegnato

Il principio della tolleranza. La politica era la sua medicina. Era una persona di passione e di sentimenti”.

Anche l’ex sindaco Biagio Sciortino ha puntato l’attenzione sulle qualità umane di Zangara. “era un politico anomalo. Sempre fedele al suo percorso politico. Non ha mai offeso nessuno. Andrea è rimasto pulito e onesto e poco importa se non aveva la laurea. Era una persona che amava l’arte e in pochi lo ricordano. Era forse una persona scomoda”.

Un ricordo appassionato anche da parte di Giuseppe Lupo, segretario regionale del Pd. “Andrea ti faceva stare bene. La grande umanità era la sua forza”.

E’ stata poi la volta di uno dei suoi più grandi amici: l’ex ministro Sergio Mattarella. “Abbiamo iniziato insieme negli anni 60. Abbiamo avuto un rapporto costante. Ricordo la sua dimensione umana: ricca e intensa.”

Mattarella affonda le mani nei suoi ricordi: “ il primo cerchio di interessi era la famiglia. Aveva anche un immenso senso del diritto. Era un politico straordinario”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.