f Sindacati su Coinres "chiediamo le dimissioni del commissario liquidatore" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sindacati su Coinres “chiediamo le dimissioni del commissario liquidatore”

venerdì 21 settembre 2012, 18:56   Attualità  

Letture: 1.078

“Chiediamo che la dottoressa Coscienza presenti le sue dimissioni da commissario liquidatore del Coinres e confidiamo in un tempestivo intervento da parte degli organi e delle autorità competenti per risolvere la vertenza”. Ad affermarlo sono Francesco Ferrara Fit Cisl Palermo (nella foto), Nino Celano Uiltrasporti, e Valerio Lombardo Fp Cgil intervenendo sulla vertenza Coinres, dopo la denuncia dei giorni scorsi sul mancato pagamento della quattordicesima e dello stipendio di agosto ai 513 lavoratori del Consorzio che gestisce la raccolta rifiuti nel palermitano e confermando lo sciopero indetto per il prossimo 28 settembre.

“Restiamo alquanto sorpresi – aggiungono poi – per le affermazioni rese a mezzo stampa dal commissario liquidatore, ci sembra che il dirigente del Dipartimento Rifiuti, con la nomina a direttore generale del suo compagno l’ingegnere Roberto Celico, non soltanto abbia creato problemi di opportunità, ma accordandogli un contratto che sembrerebbe economicamente più oneroso rispetto a quello del precedente direttore Riccardo Incagnone, a nostro parere non ha improntato la sua azione ai criteri di imparzialità e buon andamento a cui deve attenersi la pubblica amministrazione”. Rispetto alla questione della mancata disponibilità economica per pagare le retribuzioni dei lavoratori, Ferrara , Celano e Lombardo commentano: “vero è che nell’intera regione respiriamo una profonda aria di crisi, ma se oggi il Coinres non ha le disponibilità economiche per pagare i lavoratori è con tutta probabilità la conseguenza del comportamento connivente ed omissivo del commissario, che non ha provveduto ad avviare le azioni per il recupero delle somme dovute dai comuni soci. Ricordiamo che la tredicesima e la quattordicesima non sono optional ma retribuzioni dovute ai lavoratori a norma del contratto” .

E concludono: “restiamo increduli che il commissario per giustificare se stessa, tiri in ballo il Presidente della Regione che, nella qualità di commissario delegato per l’emergenza rifiuti ha il dovere di intervenire su tale incresciosa vicenda. L’assessorato all’Energia e il dipartimento Rifiuti non possono continuare a restare inermi, non è possibile consentire che un dirigente regionale continui a gestire il Coinres come se fosse la propria personalissima bottega. I lavoratori sono stanchi di subire continue discriminazioni, hanno il diritto a riacquistare la propria dignità”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.