f "Bagheria bene comune" e "Noi cittadini": Bagheria sia sempre un "Paese per Donne" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

“Bagheria bene comune” e “Noi cittadini”: Bagheria sia sempre un “Paese per Donne”

mercoledì 24 ottobre 2012, 19:01   Attualità  

Letture: 1.009

I movimenti “Bagheria Bene Comune” e “Noi Cittadini” hanno diffuso un comunicato stampa, in riferimento agli ultimi fatti di cronaca con l’omicidio della giovane 17enne,  affinchè Bagheria sia un paese per donne.

“Dobbiamo alzare anche nel nostro territorio il livello del confronto e della discussione sulla tematica relativa al “femminicidio”, urgenza figlia dell’onda emotiva che ha coinvolto e sconvolto tutti alla notizia dell’uccisione di Carmela, giovane ragazza barbaramente trucidata, e del ferimento gravissimo della sorella Lucia; episodio questo che ci ripropone purtroppo l’ennesimo scenario e che innalza il triste primato delle morti “al femminile” nel nostro paese.

Si è avvertita intensa e palpabile l’emozione che ha venato ed a tratti incrinato la voce di coloro che hanno partecipato a un dibattito carico di contenuti, riflessioni e proposte.
Dobbiamo FARE, concretamente e tangibilmente, qualcosa per combattere un fenomeno che, come evidenziato, nel nostro Paese (secondo solo al Messico) ha assunto proporzioni preoccupanti. Ogni tre giorni una donna viene uccisa, questa è soltanto la punta di un iceberg in un mare di violenza sommersa e racchiusa spesso nell’intimità delle mura domestiche dove l’urlo di dolore delle vittime resta soffocato ed inascoltato.

Bisogna eradicare quegli elementi che culturalmente e socialmente continuano a essere accettati, tollerati e giustificati e denunciare l’impunità che molto spesso costituisce la norma.

Dal confronto all’interno delle riunioni di entrambi i movimenti è emersa la necessità di dotarci di quegli strumenti che ci consentano di riconoscere i sintomi laddove c’è una violenza latente, laddove un amore o un rapporto possano essere potenzialmente malati.
Si deve cominciare dai nostri giovani dotandoli dell’arma della conoscenza e facendo sì che essi stessi siano veicolo e volano della consapevolezza. Aiutiamoli a prevenire e a difendersi dalla violenza.

Come? Entrambi i movimenti propongono un “tour antiviolenza” che tocchi i vari istituti delle scuole superiori del nostro comune, di concerto con le istituzioni scolastiche e con l’ausilio e la competenza dei centri antiviolenza già operativi nel nostro territorio.
Un progetto che miri all’informazione e al supporto, istituendo dei punti di ascolto itineranti presso le scuole stesse costituiti da professionisti e da volontari operanti nel settore che mettano a disposizione dei giovani la propria competenza.
Ricordiamo che il “femminicidio” è spesso l’ultimo atto di un continuum di violenza; “è necessaria quindi una trasformazione sociale profonda”, queste sono le parole della relatrice speciale Rashida Majoo nel primo rapporto mondiale sul femminicidio tenutosi a Ginevra il 25/06/2012.

Affinché l’Italia torni a essere un “Paese per Donne” noi cominciamo con il nostro territorio: Bagheria sia sempre un “Paese per Donne”!

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.