f Bagheria. Non ancora nominato l'assistente igienico per il giovane del liceo artistico | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Non ancora nominato l’assistente igienico per il giovane del liceo artistico

martedì 2 ottobre 2012, 10:26   Attualità  

Letture: 1.790

di Martino Grasso

Non riesce ad andare a scuola, il giovane Giovanni M. di Santa Flavia, ipovedente, che frequenta il quinto anno del liceo artistico di Bagheria, presso la succursale in via Cortile Greco, per la mancanza dell’assistente igienico sanitario, che deve essere nominato dalla Provincia. Il ragazzo il 14 settembre, giorno in cui per tutti gli altri compagni è iniziato l’anno scolastico, era andato a scuola, accompagnato dal padre, ma è dovuto tornare a casa perchè non c’erano l’assistente di sostegno e l’assistente igienico personale. Inoltre il corridoio della scuola era al buio. 
I genitori si erano anche rivolti ad un legale, l’avvocato Vittorio Fiasconaro, che aveva diffidatola Provincia affinché il giovane venisse messo nelle condizioni di tornare a scuola.

Alcune di queste emergenze sono state risolte, ma non tutte.
L’assistente di sostegno, con competenze umanistiche è stato nominato e anche la luce è tornata nei corridoi.
Anche il servizio trasporto per i disabili (al liceo Artistico di Bagheria sono 60 i giovani diversamente abili).
Non è stato ancora nominato l’insegnante igienico personale, fondamentale affinché il ragazzo possa essere accompagnato in bagno.
Ci era stato assicurato che l’assistente sarebbe stato nominato ieri, lunedì 1 ottobre, e invece non è così.

“Ho presentato ricorso al Tar -dice l’avvocato Fiasconaro- dalla Provincia hanno fatto sapere  che sarà nominato la prossima settimana”.

Enza, sorella del giovane sottolinea “ritengo che sia inammissibile che mio fratello,che sta per affrontare la maturità,debba stare a casa. Credo che vi sia l’esigenza da parte delle autorità competenti di effettuare dei controlli, affinchè accertino i problemi che vi sono nella struttura,e le mancanze da parte della Provincia che si è limitata ad attivare soltanto il servizio di trasporto per i disabili,i quali accedendo nella struttura non trovano assistenza;motivo per cui Giovanni sta a casa. Due anni fa Giovanni è stato a casa per tre mesi poiché era avvenuto un guasto alle luci della scala,motivo per cui eravamo ricorsi ad un esposto al Comando dei Carabinieri.
Ogni volta dobbiamo ricorrere a tali rimedi per porre fine ai problemi?.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.