f Palermo. Vigilessa in coma dopo essere stata travolta da un'auto | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Palermo. Vigilessa in coma dopo essere stata travolta da un’auto

domenica 14 ottobre 2012, 13:12   Attualità  

Letture: 1.338

Un’agente della polizia municipale di Palermo è rimasta gravemente ferita dopo essere stata travolta la notte scorsa da un’auto pirata. L’incidente è avvenuto sulla circonvallazione della città, nei pressi di ponte Bonagia, intorno alle 3,30. Secondo una prima ricostruzione la vigilessa stava piazzando un apparecchio autovelox quando è stata investita da un automobilista che è poi fuggito senza fermarsi per prestare soccorso.    
L’agente è stata subito trasportata nell’ospedale Civico, dove attualmente è ricoverata in coma nel reparto della seconda Rianimazione. Il sindaco Leoluca Orlando, dopo avere appreso la notizia, ha annunciato che si recherà in ospedale per accertarsi della condizioni della donna. (gds.it)

Aggiornamento
 Nel pomeriggio il comandante della polizia municipale Vincenzo Messina e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando hanno visitato l’agente ferita, Carolina Enea ha una contusione polmonare e dalla Tac eseguita le sue condizioni, per quanto gravi, lasciano ben sperare. La prognosi, comunque, resta riservata. Intanto, gli agenti della Sezione infortunistica di via Dogali che stanno curando le indagini hanno ricostruito le dinamiche dell’incidente: due ragazzi a bordo di un ciclomotore, spiegano, hanno deliberatamente investito il cavalletto che sostiene l’autovelox e ipotizzando un tentativo di furto i due vigili che formavano la pattuglia sono intervenuti nel tentativo di bloccarli. È stato in questo frangente che Carolina Enea è stata investita dall’auto che sopraggiungeva e che ha continuando la corsa senza prestare soccorso alla vigilessa. Le indagini proseguono, soprattutto, anche per risalire al pirata della strada. (gds.it)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.