f Comune di Bagheria verso il dissesto, Cisl "fortemente preoccupati" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Comune di Bagheria verso il dissesto, Cisl “fortemente preoccupati”

lunedì 12 novembre 2012, 19:29   Attualità  

Letture: 1.129

“Il comune di Bagheria deve evitare di dichiarare il dissesto finanziario, sarebbe l’ennesima spada di Damocle sulla testa dei cittadini, dei lavoratori, dei pensionati, in questo momento di forte crisi, abbiamo chiesto piuttosto al sindaco Lo Meo di istituire i gruppi di lavoro per il recupero delle somme che deriverebbero dalla lotta all’evasione fiscale e di avviare una seria politica di tagli agli sprechi, solo cosi potrebbero essere risanati i conti in rosso”.
Ad affermarlo sono Mimmo Di Matteo Segretario Fnp Cisl Palermo e Michele Bartolone responsabile Cisl Bagheria, che oggi insieme ai rappresentanti di Cgil e Uil hanno incontrato il sindaco di Bagheria per discutere del bilancio , dei tributi e dei servizi sociali ai cittadini.
“Le politiche degli ultimi anni hanno portato ad una riduzione drastica dei servizi sociali – aggiungono Di Matteo e Bartolone–, il dissesto finanziario porterebbe anche all’aumento delle aliquote Imu e Irpef al massimo, al mancato rinnovo dei contratti dei precari e al rischio di eccedenze nel personale dell’amministrazione, non è un peso tollerabile dai cittadini di Bagheria che già pagano la mancanza di servizi adeguati”. “I tagli ai trasferimenti hanno penalizzato tutti gli enti locali ma la soluzione non può ricercarsi solo nei balzelli sui tributi. Il comune ha avviato la vendita di immobili, si intensifichi questa attività, ma si faccia di tutto per evitare di dichiarare il dissesto” concludono Di Matteo e Bartolone.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.