f Il diritto allo studio deve essere pubblico | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il diritto allo studio deve essere pubblico

venerdì 30 novembre 2012, 15:03   L'Opinione  

Letture: 1.040

di Pietro Tomasello

STRANA!!molto STRANA!!questa crisi economica, finanziaria, sociale, culturale, che se da un lato ti colpisce, ti mette l’ansia del domani, del tuo futuro, del futuro dei tuoi figli; d’altra parte vediamo che monta e continua a montare questo grande bisogno di unirci, non di dividerci, di legittimare NOI STESSI!insieme agli altri, abbandonando le false appartenenze, le sigle, l’appartenenza politica, che oggi ci sembrano create apposta per dividerci.

Forse nel momento di questa crisi, abbiamo capito che dobbiamo avere la forza ed il coraggio di RAPPRESENTARCI! e non delegare più nessuno a prendersi questa grande responsabilità.
Questo pensavo partecipando alla grande manifestazione, che ha invaso entrambi i corsi della nostra città; manifestazione della quale tutti i cittadini Bagheresi dovrebbero andare fieri, sia per il modo in cui si né svolta sia per la grande partecipazione.
Per la prima volta nella storia di Bagheria, hanno manifestato insieme: bambine e bambini delle scuole elementari, studentesse e studenti delle scuole medie inferiori e superiori insieme ai loro docenti, al personale ATA e ad i genitori TUTTI INSIEME!! per chiedere una sola cosa!”NON POTETE,NE VE LO PERMETTEREMO,ABBANDONARE LA SCUOLA PUBBLICA”.
Abbiamo detto NOOO!! alla privatizzazione dei SAPERI, agli sprechi, alle ruberie, al malaffare, al menefreghismo, alla tracotanza ed arroganza di questa classe dirigente.
Questi tecnici, cosi bravi, e non solo loro, sono distanti ANNI LUCE danna nostra realtà, dalla vita che tutti noi insieme ai nostri ragazzi viviamo quotidianamente.
Non hanno la più pallida idea di cosa comporta tagliare quello che oggi è diventato indispensabile, per loro siamo un semplice “CAPITOLO DI SPESA” che in tempi di rigore economico va tagliato.
Noi pensavamo di avere un qualche ruolo nella formazione dei cittadini di domani, ci siamo illusi di svolgere un ruolo fondamentale nella formazione dei giovani credendfo di essere indispensabili per il futuro del nostro Paese.BEH!! non è cosi; perchè la contabilità dello stato, l’obbligo del pareggio di bilancio hanno prevalso sul bene comune, gli interessi economici hanno prevalso sgli interessi di tutti.
TEMPI DURI!! non solo per Noi che nella difficoltà ci siamo finalmente ritrovati, ma soprattutto per LORO che sicuramente non si ritroveranno Abbiamo solo il dovere di continuare a lottare per una scuola migliore. Solo chi non c’era non ha guardato negli occhi i nostri ragazzi, in cui si leggeva tutta la loro paura, ma anche la loro speranza e che insieme ai loro docenti si battevano con grande forza e coraggio, chiedendo in fondo una cosa che la nostra COSTITUZIONE sancisce in modo chiaro ed
inequivocabile: IL DIRITTO ALLO STUDIO DEVE ESSERE PUBBLICO
ED ACCESSIBILE A TUTTI!!!

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.