f Le dichiarazioni dei consiglieri. Di Stefano: "dovremmo dimetterci tutti" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Le dichiarazioni dei consiglieri. Di Stefano: “dovremmo dimetterci tutti”

giovedì 1 novembre 2012, 12:03   Attualità  

Letture: 1.146

Molte le dichiarazioni all’indomani del consiglio comunale di ieri sera in cui è stata bocciata la proposta di aumentare le aliquote dell’Irpef.
Ne riportiamo alcune.

Gino Di Stefano, consigliere comunale del Pid, che nel corso del consiglio ha avuto un violento battibecco con il sindaco, ha detto che “adesso tutti dovremmo fare un passo indietro e dimetterci.  Il sindaco a causa del suo orgoglio, sta mettendo un paese in ginocchio.

Per Daniele Vella del Pd: “Il Partito Democratico era pronto ad assumersi le sue responsabilità politiche e amministrative. Per evitare il dissesto abbiamo presentato un emendamento che rimodulava le aliquote Irpef e l’Imu venendo pero’ incontro alle esigenze di rispetto per le fasce deboli. Abbiamo fatto approvare in giunta un piano di lotta all’evasione,recupero oneri di urbanizzazione,dismissione degli affitti,alienazione degli immobili.Volevamo rimodulare l’aumento Irpef per fasce di reddito e abbassare l’Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli.La coalizione che sostiene il Sindaco non ha sposato queste proposte. Prendiamo atto che siamo rimasti,forse, l’unica forza politica a volersi assumere la responsabilità dell’amministrare.Pertanto il rapporto politico con questa maggioranza è venuto meno.”

Antonino Arena del Fli: “il sindaco ha cercato di portare in aula tutti gli atti per scongiurare  un inevitabile ormai dissesto finanziario, ma la politica non si è presa la responsabilità. Adesso pensiamo che si insedierà un commissario straordinario entro la fine dell’anno”
Emanuele Tornatore del Pd, “la politica è fatta di scelte, spesso dolorose e impopolari, ma queste decisioni vanno prese alla fine di un lungo confronto con la città, con le forze politiche e sociali del territorio. Su questo penso che l’amministrazione Lo Meo abbia fallito, così come l’azione politica (amministrativa) del PD. Dobbiamo ricominciare a riconciliarci con la città. E’ necessario, è indispensabile.”
Angelo Puleo della lista Civicamente: “ormai da troppo tempo notavo un pressapochismo generato dalla mancanza di unità di vedute e di azioni, mai amalgamate da chi è a capo di quest’Amministrazione, non dimenticando la totale assenza di comunicazione sia col consiglio comunale e, in particolar modo, con l’opposizione.
Adesso tutto è precipitato e il Sindaco si è ritrovato ieri notte in aula consiliare con solo 6 consiglieri comunali che poco o nulla hanno avuto da dire e una giunta dimezzata sia dalle celate dimissioni dell’assessore Maggiore sia per il poco rispettoso e inopportuno abbandono dell’aula (e dalla giunta) degli assessori Tarantino e Martorana del PD.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.