f Bagheria. Assolti 52 operai del Coinres che nel 2010 si erano astenuti dal lavoro | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Assolti 52 operai del Coinres che nel 2010 si erano astenuti dal lavoro

sabato 22 dicembre 2012, 09:28   Attualità  

Letture: 2.872

Sono stati assolti i 52 operai del Coinres che il 23 e 24 aprile del 2010 si assentarono per partecipare ad una protesta sindacale. La notizia viene riportata nell’edizione di oggi del Giornale Di Sicilia.
Lo ha stabilito il giudice per l’udienza preliminare Lorenzo Jannelli che ha prosciolto gli operai ecologici del consorzio per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Il giudice ha accolto la tesi degli avvocati Alessia AlessiVita RoccaRosalia ZarconeSalvo PriolaGirolama Cinzia Manzella sull’incontestabilità dello sciopero, garantito dalla Costituzione.
Il provvedimento riguarda questi operai: Onofrio Arato, Francesco Briguglia, Pietro Calì, Marco campagna, Antonio Cannata, Nicola Castelli, Alessandro Comito, Salvatore Comparetto, Francesco Costanza, Vincenzo Costanza, Salvatore D’Asta, Angelo D’Amaro, Angelo Di Piazza, Antonino Di salvo, Carmelo Di salvo, Giuseppe Di Salvo, Giuseppe Dominici, Fabrizio Carlino, Fabrizio Gargano, Salvatore Greco, Alberto Grella, GiuseppeLa Bianca, Antonino Licata, Giuseppe Lanza, Salvatore Lo Medico, Giovan Battista Lo Medico, Benedetto Maggio, Filippo Mannino, Giovanni Mantini, Giuseppe Martorana, Emilio Matera, Antonino Morana, Antonino Nocera, Pasquale Pezzino, Francesco Rammacca, Antonino Ribaudo, Giuseppe Sardina, Ciro Scardina, Sebastiano Sicomoro, Agostino Sorce, Giuseppe Sorci Salvatore Sorci, Biagio Tomaselli, Pietro Tripi, Antonino Tripoli, Cosimo Tripoli, Giovan Battista Valenti, Giovan Battista Viola, Marcello Zappavigna.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.