f Bagheria. Il comune ha deciso di evitare il dissesto. Lo Meo "la legge ci aiuta" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il comune ha deciso di evitare il dissesto. Lo Meo “la legge ci aiuta”

domenica 9 dicembre 2012, 09:08   Attualità  

Letture: 1.810

di Martino Grasso

Il  comune  ha  deciso di fare di tutto per evitare il dissesto finanziario.
Nei giorni scorsi infatti è stata votata la legge 174 denominata “salva comuni” che lancia una ciambella di salvataggio anche ai comuni che non hanno approvato il bilancio di previsione, come appunto Bagheria.
“La nuova legge – dice il sindaco Vincenzo Lo Meo – prevede dei mutui anche per i comuni senza bilancio. La legge prevede di spalmare il disavanzo, nel nostro caso 9 milioni di euro, nei 3 successi esercizi finanziari. Stiamo prevedendo un piano di rientro che sarà sottoposto al Ministero e alla Corte dei Conti, per cercare di evitare il dissesto”.
Sembra lontana anni luce la conferenza stampa convocata dal sindaco Vincenzo Lo Meo e dai dirigenti: la segretaria comunale Domenica Ficano e i dirigenti Vincenza Guttuso, Laura Picciurro, Giovanni Mercadante e Costantino Di Salvo.
In quell’occasione il sindaco ribadì: “stiamo vivendo un momento drammatico ”.

Una ventata di speranza è arrivata però qualche giorno dopo dal nuovo assessore al bilancio, Antonino Schicchitano che disse: “arrivare al dissesto sarebbe doloroso per tutta la città. L’attuale scenario è certamente grave. Spero che tutti se ne rendano conto. Se il comune non potrà essere ripianato, sarà sciolto anche il consiglio comunale.  Per quanto riguarda i debiti fuori bilancio, ce ne sono alcuni, come quello con l’Ato (Coinres) che si possono dilazionare.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.