f Il Pd in una conferenza stampa chiede come mai è stato scongiurato il dissesto | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il Pd in una conferenza stampa chiede come mai è stato scongiurato il dissesto

sabato 15 dicembre 2012, 13:04   Politica  

Letture: 1.105

Il Pd di Bagheria si chiede cosa è cambiato dalla vigilia della dichiarazione di dissesto dei giorni scorsi, ad ora, in cui la nuova giunta ha comunicato che il dissesto è scongiurato.
Per questo motivo i vertici del partito democratico di Bagheria hanno indetto una conferenza stampa alla quale hanno preso parte  il segretario cittadino Laura Maggiore, i consiglieri comunali: Pietro Pagano, Antonino Maggiore, Daniele Vella e gli ex assessori Nicola Tarantino e Sergio Martorana.

“Il nuovo assessore al bilancio Antonio Sciacchitano -ha detto Laura Maggiore- ha stilato una delibera con la quale si prevede un piano di risanamento del comune. Ma è quello che avevamo previsto noi prima di uscire dalla maggioranza. Anzi, con questa delibera di intenti, si è fatto un passo indietro.  Non comprendiamo quale sia questo fatto nuovo, secondo il quale, adesso non rischiamo più il dissesto finanziario. I fatti sono due: o erano incapaci prima il sindaco e i dirigenti, o è incapace adesso il nuovo assessore Sciacchitano”.
Gli fanno eco anche i consiglieri comunali Daniele Vella, Pietro Pagano e Antonino Maggiore e gli ex assessori Stefano Martorana e Nicola Tarantino.
“Il nostro partito -ha detto Daniele Vella- si è contraddistinto per la coerenza”.
“Abbiamo -dice l’ex assessore Nicola Tarantino- solo perso due mesi di tempo”.
Nel corso della conferenza stampa è stato anche sostenuto che il Pd ha deciso di tendere una mano all’Udc: “non vogliamo rompere i rapporti -è stato detto- vogliamo vedere se ci sono margini di collaborazione per il bene della città”.
Per il consigliere comunale  Antonino Maggiore: “siamo arrivati a questo punto per rapporti clientelari e assenza di controlli. Bisognava avviare una politica in base alla quale si dovevano individuare le sacche di evasione fiscale, come abbiamo sempre sostenuto noi”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.