f Bagheria. Non attivati i riscaldamenti. Sit-in di "Bagheria bene comune" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Non attivati i riscaldamenti. Sit-in di “Bagheria bene comune”

lunedì 10 dicembre 2012, 17:15     

Letture: 734

Sit-in di protesta del movimento “Bagheria bene comune” contro il mancato avvio del servizio di riscaldamento nelle scuole di Bagheria. La protesta si svolgerà mercoledì alle 16,30 in piazza Indipendenza, nell’edificio dove hanno sede gli uffici del III Settore:  Urbanistica – Lavori Pubblici. Sarà chiesto che vengano attivati i riscaldamenti.

“Sono diverse le segnalazioni che abbiamo ricevuto -dice Salvatore Ducato, coordinatore del movimento- da alcune mamme che lamentano il mancato avvio del servizio di riscaldamento in tante scuole della nostra città; mancato avvio del servizio che, in coincidenza con il brusco calo termico delle ultime settimane, sta provocando gravi disagi specialmente ai bambini delle scuole materne e primarie.

In questi giorni ci siamo accertati delle reali condizioni delle scuole di competenza comunale e purtroppo la situazione è ben peggiore di quanto immaginavamo. Oltre a non essere stato ancora distribuito il gasolio, sembra che non si è neppure provveduto alla ordinaria manutenzione necessaria ogni anno prima dell’accensione degli impianti; addirittura sembra che non sia stato nemmeno emesso il relativo il bando.

Eppure l’inverno anche se con un po’ di ritardo è già arrivato da alcune settimane e si ritiene davvero irresponsabile questa omissione da parte dell’Amministrazione Comunale  che ancora oggi, lunedì 10 dicembre 2012, non ha avviato una programmazione puntuale e rispettosa delle priorità della nostra città e che, per tale motivo, non ha alcuna giustificazione da parte nostra.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.