f Bagheria. Oggi solennità della festa dell'Immacolata Concezione | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Oggi solennità della festa dell’Immacolata Concezione

sabato 8 dicembre 2012, 09:05   Attualità  

Letture: 2.679

di Pino Grasso
Quest’anno il simulacro dell’Immacolata, rimarrà un solo giorno nella Chiesa del Santo Sepolcro dove per antica tradizione sarà portato in processione. Questo perché la solennità dell’Immacolata cade in giorno di sabato, mentre negli altri anni vi rimaneva fino alla domenica successiva. Il programma prevede una serie di iniziative che culmineranno con la solenne processione per le vie della Città, l’Atto di affidamento della Città di Bagheria da parte del Sindaco all’Immacolata e la benedizione della nuova vara dell’Immacolata.
Per l’occasione il parroco don Massimiliano Purpura ha diffuso un messaggio con il quale invita i Fedeli a non offrire fiori all’Immacolata bensì dare un’offerta per i bisogni della Caritas parrocchiale.
“Amati fedeli di Bagheria, quest’anno la solennità dell’Immacolata Concezione, Madre e Regina della nostra Città, si colloca nell’Anno della Fede, da poco iniziato. Un anno che per tutta la cristianità si presenta, come ricorda il santo Padre Benedetto XVI, nella Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio, “Porta Fidei”, sia come un’occasione propizia per comprendere il senso profondo «dei testi lasciati in eredità dai Padri conciliari», sia come «un invito ad un’autentica e rinnovata conversione al Signore, unico Salvatore del mondo» (PF,5).

Anche noi, come Comunità parrocchiale ed Ecclesiale di Bagheria, intendiamo rispondere a quest’invito. Pertanto, dovremo attingere a quelle sorgenti che la Chiesa da sempre ci dona: la sua Parola e i sacramenti. Perciò dobbiamo porre molta attenzione alla Parola di Dio, perché la fede nasce sempre dall’ascolto, ed inoltre dobbiamo essere molto vicini ai Sacramenti, perché Cristo, che è anche Eucaristia, ci rende più consapevoli di quello che in realtà siamo e di quello che, invece, dovremmo essere, per fare piacere a Lui. Certamente questa consapevolezza ci rende più aperti verso i poveri, ci fa avere una maggiore solidarietà anche verso gli altri. In questo momento così difficile per il mondo intero, caduto in una profonda crisi antropologica che ha scatenato, come conseguenza, quella economica e finanziaria, ci rivolgiamo fiduciosi e supplici a “Colei che tutto può”, alla Madre di Dio e Madre nostra Maria, affidandoLe i “nodi” delle nostre vite che sono tutti i problemi quotidiani che ci assillano e che spesso ci portiamo dietro, da anni, senza sapere come risolvere: I “nodi” dei litigi familiari, dell’incomprensione tra genitori e figli, della mancanza di rispetto, della violenza; i nodi del risentimento fra sposi, la mancanza di pace e di gioia nella famiglia; i “nodi” dell’angoscia; i “nodi” della disperazione degli sposi che si separano, i “nodi” della disgregazione delle famiglie; i “nodi” del dolore provocato da un figlio che si droga, che è malato, che ha lasciato la casa o che si è allontanato da Dio; i “nodi” dell’alcolismo, dei nostri vizi e dei vizi di quelli che amiamo, i “nodi” delle ferite che provochiamo agli altri; i “nodi” del rancore che ci tormenta dolorosamente, i “nodi” del sentimento di colpa, dell’aborto, delle malattie incurabili, della depressione, della disoccupazione, delle paure, della solitudine; i “nodi” dell’incredulità, della superbia, dei peccati, delle inadempienze, della superficialità delle nostre vite.
La Vergine Maria vuole che tutto questo cessi. Oggi la nostra “Grande Madre” viene incontro a noi, per farsi carico di tutti questi nodi, che Lei scioglierà, uno dopo l’altro, durante questa novena. Perciò vi esorto a non mancare, affinché possiate presentare a Lei tutti i “nodi” che volete che la Madonna vi sciolga, cioè quei “nodi” che vi stanno più a cuore. Tutti benedico nel Signore”.

Programma:

Sabato 8 dicembre 2012
Sante Messe – ore: 7 – 8 – 9 – 10
Ore 11.30 – Solenne Pontificale e benedizione della nuova vara dell’Immacolata, presiede: Mons. Enrico dal Covolo, Vescovo titolare di Eraclea, Magnifico Rettore della Pontificia Università Lateranense – Roma – con la partecipazione delle Autorità Civili e Militari. Atto di affidamento della Città di Bagheria da parte del Sindaco all’Immacolata.
Ore 16.15 – Santa Messa
Ore 17.00 – Solenne Processione per le vie Cittadine: piazza Cirrincione, via Senatore Durante, corso Butera, via Milazzo, via F. Durante, via Mortillaro, via Napoli, via G. Gentile, via Puglisi, via Libertà, Corso Butera, via Gen. Ameglio, Piazza Santo Sepolcro.
9 Dicembre 2012
Processione di ritorno: Piazza Santo Sepolcro, via Gen. Ameglio, Corso Butera, via Dammuselli, via Senatore Scaduto, via Salvatore Rosa, via C. Miserendino, via Dietro Certosa, via F. Borromini, via G. Vasari, via Pio La Torre, via A. Pollaiolo, via F. Borromini, via A. Gagini, via Lanza, via A. Einsten, via A. Aiello, via F. Speciale, via Erone, via A. Fleming, via Mole, via I. L. Di Trabia, via San Cosimo, via Petralese, Corso Butera, via Senatore Durante, Piazza Cirrincione.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.