f Casteldaccia. L'assessore Accurso "il problema droga rimane drammatico" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. L’assessore Accurso “il problema droga rimane drammatico”

martedì 4 dicembre 2012, 18:53   Cronaca  

Letture: 856

Con un comunicato stampa, l’assessore alla cultura del comune di Casteldaccia, Vincenzo Accurso, interviste sull’operazione in cui sono state arrestate 6 persone accusate di spaccio di sostanze stupefacenti.

“L’operazione di polizia -dice- che ha  sgominato una banda  di spacciatori che operavano  nel pieno Centro di Casteldaccia, dimostra   come  il problema droga nonche’ lontano dai riflettori della cronaca, rimane drammatico e continua a costituire un serio pericolo soprattutto per le giovani generazioni. Negli anni passati  questa  amministrazione aveva  provato a mantenere alta la tensione su questo drammatico problema ,organizzando numerosi eventi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica e le forze politiche. Vertici con le forze dell’ordine sul problema dello spaccio nella fascia costiera in estate,pubblicazioni di manifesti che mostravano i terribili effetti delle droghe (“non uccidere il tuo cervello”), il patto con i comuni del comprensorio ,il convegno con il giornalista Davide Giacalone esperto dei problemi della tossicodipendenza,un incontro con i giovani sulle stragi del sabato sera. Purtroppo la tensione e l’attenzione e’ calata subito,ed oggi ci ritroviamo gli spacciatori sotto casa.
E’ necessaria una costante mobilitazione delle coscienze e la presa in carico del problema non solo delle forze dell’ordine e delle autorita’ politiche, ma anche e soprattutto da parte delle famiglie.L’esperienza insegna che basta poco a rovinare una vita,ma anche un solo ragazzo strappato alla droga rappresenta un successo straordinario.”

 

Vincenzo Accurso

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.