f La Procura di Palermo indaga nei rapporti pericolosi di Miccoli | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La Procura di Palermo indaga nei rapporti pericolosi di Miccoli

martedì 11 dicembre 2012, 09:31   Cronaca  

Letture: 1.487

La Procura di Palermo torna a indagare sui rapporti fra il capitano rosanero Fabrizio Miccoli e il figlio del capomafia Antonio Lauricella, Mauro. Il giocatore avrebbe incaricato il rampollo del boss di recuperare alcuni crediti vantati da suoi amici. E sembra che in un’occasione i modi di Lauricella junior siano stati tutt’altro che gentili. La vicenda è oggetto di un fascicolo protocollato nel “modello 45” della Procura, ovvero nel registro “degli atti non contenenti notizie di reato”. I magistrati stanno verificando se quei crediti che Lauricella voleva riscuotere siano legittimi, oppure nascondano pressioni di qualcuno che resta ancora nell’ombra. Per questa ragione, nelle scorse settimane, sono state ascoltate una decina di persone.

Già l’anno scorso, i pm di Palermo si erano occupati delle frequentazioni fra il bomber rosanero e il figlio del boss della Kalsa. Per alcuni mesi, il telefonino del giocatore era stato addirittura sotto intercettazione, durante le ricerche di Lauricella senior, all’epoca latitante. Poi, il capomafia era stato arrestato, e le ombre su quell’amicizia erano state diradate. L’allora procuratore aggiunto Ignazio De Francisci aveva anche fatto una dichiarazione pubblica sull’argomento: “Il calciatore Miccoli è estraneo alle vicende della famiglia Lauricella. Non lo ascolteremo neanche”. Il caso aveva comunque sollevato polemiche, ma anche quelle si erano chiuse presto.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.