f Bagheria. A marzo il bando per la videosorveglianza del centro storico | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. A marzo il bando per la videosorveglianza del centro storico

martedì 22 gennaio 2013, 16:20   Attualità  

Letture: 1.589

corso umberto 11Sarà bandita a marzo la gara per il progetto di videosorveglianza del Comune di Bagheria. Entro l’anno la città sarà video-sorvegliata in numerosi punti strategici ed aree sensibili che l’amministrazione comunale ha individuato in comune accordo con le forze di Pubblica Sicurezza e con la Polizia municipale.
Dopo l’ok da parte del Ministero degli Interni che si attende a giorni, potrà essere bandita la gara, i cui tempi di espletamento fanno pensare che al più tardi a giugno 2013 inizieranno i lavori.
Del progetto, redatto dall’ingegner Vincenzo Provino, è RUP, responsabile unico del procedimento, il geometraOnofrio Lisuzzo. Il progettista prima della presentazione dell’idea progettuale ha incontrato in una riunione preventiva i tecnici comunali e le Forze di Pubblica sicurezza per l’individuazione delle aree sensibili. Una seconda riunione è stata realizzata all’indomani della presentazione del progetto, avvenuta lo scorso 21 dicembre, condivisa anche con le forze di polizia con le quali l’amministrazione comunale ha sottoscritto un protocollo di intesa.
Il progetto di implementazione del sistema di videosorveglianza, ad uso delle forze di polizia locali, per il contrasto ai reati e al controllo di alcuni punti strategici del territorio di Bagheria, ha goduto di un finanziamento PON (Programma Operativo Nazionale) “Sicurezza e sviluppo” Obiettivo convergenza 2007 – 2013 . obiettivo operativo 1.1. pari a 350 mila euro. Il decreto di finanziamento è stato trasmesso dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno lo scorso 19 marzo 2012.
La notizia giunge in un momento che registra un incremento di atti criminali quali furti e rapine, anche a causa della critica congiuntura economica.
La video sorveglianza sarà attiva nelle aree di ingresso della città, davanti a tutte le scuole e nei corsi principali, nelle aree commerciali. 65 le videocamere che saranno attive 24 ore su 24 e che registreranno tutto quanto accade nella zona in cui sono dislocate con un angolatura di 360 gradi e con un’alta risoluzione che riprenderà sino alle targhe delle auto.
Alle registrazioni e alla visione in diretta potranno accedere, mediante una piattaforma web e con l’utilizzo di una username e password, anche le forze dell’Ordine.
Una centrale operativa troverà allocazione nei locali comunali di via Pittalà; il personale comunale che verrà individuato per la sorveglianza dei monitor verrà adeguatamente formato con un corso su tutta la normativa che riguarda la privacy e la normativa dei dati sensibili.
E’ allo studio già un regolamento comunale sulla videosorveglianza cui stanno lavorando gli uffici di PM diretti dal comandante Costantino Di Salvo e l’’ufficio programmazione diretto da Onofrio Lisuzzo.
“Siamo certi che questo progetto renderà il territorio meno aggredibile da diverse fattispecie criminose – ha detto il sindaco di Bagheria, Vincenzo Lo Meo, azioni di delinquenza che rappresentano, tra l’altro, un grave ostacolo allo sviluppo economico della città e alla civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all’attrattività del territorio”.
“Abbiamo voluto fortemente condividere questo progetto con le forze di polizia locale al fine di rendere più sicuro il territorio e più sicuri cittadini e commercianti – ha detto l’assessore alla Polizia Municipale, Pietro Miosi – con loro abbiamo individuato le aree sensibili; la redazione del regolamento sulla videosorveglianza ci permetterà di ottimizzare il servizio e fissare le regole anche per l’utilizzo delle telecamere già installate dai cittadini. Auspichiamo che questo sistema di sicurezza possa ridurre notevolmente non solo furti, rapine e scippi ma anche atti vandalici nei confronti dei beni architettonici e dell’arredo urbano.”
Il progetto era particolarmente atteso dalla cittadinanza bagherese, specialmente dai commercianti, e l’amministrazione comunale è lieta di poter soddisfare una necessità del territorio che si accinge a giungere alla sua realizzazione.

(ufficio stampa comune)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.