f Bagheria. Continua l'abusivismo edilizio. Quattro cantieri sequestrati | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Continua l’abusivismo
edilizio. Quattro cantieri sequestrati

giovedì 10 gennaio 2013, 09:48   Attualità  

Letture: 1.707

bagheria casedi Pino Grasso

Nonostante gli uffici comunali stiano intensificando ed accelerando le pratiche per le concessioni edilizie e per modifiche interne, alcuni cittadini continuano a violare la legge e costruiscono, oppure realizzano modifiche nelle proprie abitazioni in assenza delle prescritte autorizzazioni. Anche dal rapporto di Polizia Giudiziaria pubblicato all’albo pretorio in questi giorni, sono emerse 12 violazioni e per quattro delle quali sono anche scattati i sequestri dei cantieri.
I provvedimenti coercitivi sono stati emessi a carico di un cittadino che ha effettuato in contrada “Feudotto“, una zona collinare che sorge a monte dell’autostrada,  una serie di lavori di ripristino dello stato dei luoghi ad eccezione della cisterna prefabbricata. I lavori erano stati imposti a seguito di una precedente infrazione dall’amministrazione comunale.

L’altro abuso rilevato in via Ventimiglia in pieno centro storico, per il quale è scattato il sequestro riguarda la demolizione di un vecchio solaio ligneo del soppalco e ricostruzione dello stesso in cemento armato abbassando la quota di calpestio di circa 30 centimetri. Il solaio di copertura si presenta in cattivo stato di conservazione con alcune parti mancanti. L’immobile era oggetto di manutenzione.

In via Costanza d’Altavilla i proprietari hanno realizzato una tettoia, in difformità al progetto presentato, che consiste in un ampliamento della superficie coperta.
Anche la frazione marinara di Aspra non è esente da episodi di abusivismo come quello perpetrato in corso Italia dove e’ stato emesso Un verbale di riapposizione dei sigilli per il quale la ditta ha demolito mura perimetrali lasciando la copertura con otto pilastri, e dismessi tutti i tramezzi interni.
In via Mazzarella, 59 realizzati due scivoli  dove insistono altrettante saracinesche per l’accesso ai magazzini che occupano l’intero marciapiede e parte della sede stradale.
In via Ciullo d’Alcamo il proprietario ha completato la struttura in cemento armato dell’immobile composto da due elevazioni fuori terreno, nonostante l’immobile fosse sottoposto a sequestro.
In viale Sant’Isidoro sono stati eseguiti lavori di ristrutturazione in una casetta di 30 metri quadrati circa, del solaio di copertura a falda con travi in legno e sovrastanti tegole e lavori interni. La casetta attualmente e adibita ad uso ufficio.
Ancora in via Michele Reina collocazione di una veranda in un balcone di prospetto, realizzata con struttura in alluminio e pannelli di bachelite e vetro.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.