f Il bilancio del Capodanno fra botti e petardi. 15 feriti a Palermo, 9 a Catania | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il bilancio del Capodanno fra botti e petardi. 15 feriti a Palermo, 9 a Catania

martedì 1 gennaio 2013, 11:21   Attualità  

Letture: 1.235

Quindici i feriti a Palermo, di cui nessuno grave. Due feriti a Partinico per uso di arma da fuoco. Sempre a Partinico si registra un incendio in c.da Madonna del ponte con all’interno cassette di plastica, lavorano per oltre quattro ore, 3 squadre da Partinico e Palermo; dopo la mezzanotte numerosi interventi per incendio di rifiuti nella città e a Capaci.
Un incendio di una stalla a Carini in via Milazzo ha ucciso due cavalli e un maiale, si sono effettuati rilievi sulle cause per accertarne la natura ; a Camporeale una stalla con all’interno del fieno ha bruciato circa 100 metri quadri di masserizie . Non sono mancati i servizi di apertura porta, che normalmente si effettuano a persone distratte che hanno dimenticato le chiavi, o non riescono ad aprire la loro porta.

Sono nove, tre delle quali con la prognosi riservata, le persone medicate negli ospedali di Catania per ferite da bottì per i festeggiamenti del Capodanno. I più gravi sono ricoverati nel reparto di Oculistica del Policlinico per schegge negli occhi. Altri due feriti sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele e quattro a quello del Garibaldi.

Un incendio nel balcone di un’abitazione di via Cassia causato dallo scoppio di un petardo e un romeno di 29 anni ferito a un mano per uso improprio di materiale pirico, giudicato guaribile in 15 giorni. È il bilancio di incidenti da ‘bottì di Capodanno a Siracusa, reso noto dalla polizia. (gds.it)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.