f Sagome a terra contro il femminidicio di "Bagheria bene comune" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sagome a terra contro il femminidicio
di “Bagheria bene comune”

domenica 27 gennaio 2013, 22:49   Attualità  

Letture: 1.483

sagome femminicidioProvocatoria iniziativa del movimento “Bagheria bene comune” contro il femminicidio nel Corso Umberto.
Con una sagoma di legno che riportava l’immagine di una donna sono state rappresentate sul selciato con del nastro adesivo bianco.
“La sagoma -si legge  in una nota- indica il confine tra la vita e la morte, all’interno della sagoma c’è il silenzio chi sta fuori dalla sagoma dia voce a chi voce non ha più.
Sono state fatte quindi alcune sagome alla stregua di quelle che indicano la presenza di un cadavere sulla scena di un crimine.
Una sagoma femminile gettata lì come una cosa abbandonata indifesa e sola; un segnale attraverso il quale si richiama la violenza e la morte e che urla a gran voce che la vita di un’altra donna è stata spezzata.”
L’iniziativa ha voluto porre l’attenzione sul fenomeno del femminicidio i cui numeri sono spaventosi.
Già 6 donne uccise nel 2013, due in gravissime condizioni, 125 vittime nel 2012, 127 nel 2011, 119 nel 2009.
Nel pomeriggio alcuni passanti si sono avvicinati, altri hanno dato un’occhiata allo striscione che riportava la scritta: “Stop al femminicidio”.
“Abbiamo amaramente compreso -sottolineano i componenti del movimento- ano il significato di questa triste parola. Una parola nuova per un crimine vecchio.
Alcune bambine hanno sostato più a lungo vicino le sagome con i visi incuriositi, ma con la consapevolezza della loro età. E gli altri?
Gli altri forse pensano che la morte di madri di famiglia, figlie e mogli altrui non li riguardi, che un problema non è nostro fintanto che non ci tocchi da vicino. Ma ne siamo davvero sicuri?
Noi sappiamo che ogni volta che una donna viene uccisa un tassello significativo della società civile viene meno e che questa società rischia di frantumarsi sotto i nostri occhi, ma il guaio è che alcuni questi occhi li tengono ancora ostinatamente chiusi.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.