f Bagheria. Assegnati i locali alla Caritas e alla Pro Handicap | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Assegnati i locali
alla Caritas e alla Pro Handicap

lunedì 4 febbraio 2013, 09:54   Attualità  

Letture: 1.487

mensa poveri nuovadi Pino Grasso

Giorni contati per la mensa cittadina che dovrà lasciare i locali di via Santa Flavia dove vengono erogati pasti caldi per le persone meno abbienti che il Comune ha disdetto dallo scorso 31 dicembre, in ossequio alla “spending review”.
L’assessore alle Politiche Sociali Massimo Mineo si dichiara fiducioso e assicura una soluzione circa il reperimento dei locali da destinare alla maggiore istituzione caritativa cittadina, come pure alle altre associazioni di volontariato che hanno lo stesso problema: la “Pro Handicap” e l’Associazione “Auser”.

“Alla Caritas ho proposto la trasformazione della casa del custode della scuola “Luigi Pirandello” a mensa sociale – dichiara l’assessore Mineo – che ritengo sia una soluzione accettabile per tutti e sono in attesa di una risposta anche perché il contratto dei precedenti locali è scaduto”. La Caritas sta valutando un’altra ipotesi che prevede l’utilizzazione dei locali della chiesa antica di San Pietro Apostolo. I locali però necessitano di lavori di manutenzione straordinaria, essendo che gli ambienti non sono utilizzati da parecchi anni e presentano delle infiltrazioni dal tetto.
“Abbiamo fatto redigere un progetto per il recupero dei locali di via Palagonia – dichiara il presidente della Caritas cittadina Concetta Testa – ma questa sarebbe una soluzione a lungo termine e soprattutto occorrerà reperire anche i fondi”. Il progetto è stato redatto gratuitamente dall’architetto Francesca Tripoli e prevede una spesa di 65.000 euro che è stato consegnato al Comune. “Noi abbiamo la necessità di avere subito un locale idoneo – aggiunge Testa – e la proposta dell’assessore potrebbe essere accolta, tra l’altro accanto all’ex alloggio del custode c’è un ampio giardino dove svolgere attività per i bambini”.
Occorre una risposta celere perché la moratoria concessa dal proprietario dei precedenti locali scade il 28 febbraio. “Siamo pronti a varare un avviso per adattare i locali della scuola – aggiunge Mineo – c’è già disponibilità di una ditta di solidarietà che fornirebbe le attrezzature. Rimango in attesa di una risposta celere altrimenti pensiamo di destinare i locali a ostello dell’accoglienza”. Per quanto riguarda invece la “Pro handicap”, Mineo ha individuato un bene confiscato alla mafia in via città Palermo dove c’è l’archivio storico che verrà trasferito altrove. “Il locale sarà destinato a Centro ludico ricreativo per disabili – conclude l’assessore – mentre è po’ più complessa la soluzione per l’Auser, ma stiamo valutando altre soluzioni”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.