f Palermo. Arrestati con 5 chili e mezzo di hashish per un valore di 50 mila euro | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Palermo. Arrestati con 5 chili e mezzo di hashish per un valore di 50 mila euro

giovedì 28 febbraio 2013, 12:31   Cronaca  

Letture: 2.461

d'amico-lo cocoGli agenti della squadra mobile della sezione “Antidroga” ha arrestato Carmelo Prospero D’Amico, di anni 66 e Ignazio Lo Coco, di anni 68, entrambi palermitani e pregiudicati con precedenti specifici per reati inerenti le sostanze stupefacenti. I due sono stati trovati in possesso di 5 chili e mezzo di hashish custoditi dentro una borsa, per un valore complessivo di 50 mila euro.

L’operazione è avvenuta nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, organizzati in previsione delle festività pasquali e realizzati su mezzi-civetta della “Mobile”.

L’attività ha avuto origine nella metà della mattinata di ieri, quando  alcuni uomini della “Narcotici”, durante un pattugliamento delle strade cittadine, hanno notato, all’altezza dell’incrocio della via Crispi con via Emerico Amari, i citati soggetti (già noti, tra l’altro, al personale di polizia a causa dei loro numerosi precedenti specifici) che procedevano a velocità piuttosto sostenuta e per di più “zigzagando” tra gli altri autoveicoli.

L’uomo apparentemente più anziano continuava ad arrestare la marcia e ripartire, guardandosi intorno con fare guardingo, come se volesse capire se ci fosse qualcuno che lo stesse seguendo.

I sospettati sono stati bloccati e sottoposti a perquisizione personale estesa poi all’autoveicolo.

All’interno di una borsa di plastica nel vano portabagagli dell’automobile, sono stati  rinvenuti svariati panetti di sostanza stupefacente di tipo “hashish” marchiati con la sigla “TT”, per un peso complessivo di Kg 5,500 per un valore al dettaglio di circa 50.000,00 euro.

I soggetti sono stati tratti in arresto e condotti presso la locale casa circondariale “Ucciardone”, a disposizione delle Autorità competenti.

Le indagini saranno ora orientate verso l’individuazione dei fornitori e dei destinatari della droga sequestrata, che già da una prima analisi effettuata col “narcotest” sembra essere di elevato principio attivo.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.