f Casteldaccia. Interessante incontro sul Prg alla chiesetta del paese | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Interessante incontro sul Prg alla chiesetta del paese

lunedì 8 aprile 2013, 09:36   Attualità  

Letture: 1.465

presentazione corsodi Maria Luisa Florio

Molto interessante e, per molti versi, scoraggiante, l’exscursus sul PRG ieri sera alla Chiesetta di Casteldaccia. Ne hanno parlato l’architetto Mariella De Nembo dell’ UTC di Casteldaccia e il professore Giuseppe Gangemi docente di urbanistica a Palermo, nell’ambito del quarto incontro del corso di formazione politica organizzato dal comitato cittadino Vivere Casteldaccia- Territori a confronto. Ha moderato, tra un pubblico numeroso e attento, Giuseppina Di Giacinto, avvocato e docente di religione alla media. Trent’anni per dotarsi di uno strumento urbanistico che non funziona: è questa la notizia che viene fuori dall’interessante e dettagliata relazione della De Nembo. Lungaggini burocratiche che hanno dell’incredibile.
C’è abbondante materia per Crozza- ha detto Dora Turco-commentando il racconto, ai limiti del surreale, che ne ha fatto il professore Gangemi illustrando i vari passaggi che necessitano al PRG per diventare operativo. Aboliamo il CRU. ha proposto Gangemi- il consiglio regionale urbanistica, dove una pratica di approvazione PRG, staziona per almeno due-tre anni e se c’è un intoppo si ricomincia daccapo. Nel frattempo i soliti furbi, nelle pieghe della legge, stralciano alcune zone e costruiscono non tenendo in considerazione i parametri da seguire, come da normativa, per verde e servizi, non pagando gli oneri concessori e impedendo un reale sviluppo economico e sociale. Una foto impietosa dello scempio avvenuto in questi ultimi anni nel nostro ridente paesino.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.