f Sport, calcio. Il Bagheria chiude con una sconfitta casalinga e retrocede | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sport, calcio. Il Bagheria chiude con una sconfitta casalinga e retrocede

lunedì 22 aprile 2013, 11:00   Sport  

Letture: 1.277

Said e Liparidi Pino Grasso

Sotto un cielo plumbeo il Bagheria saluta il campionato di Eccellenza. E’ stata una partita senza storia al Comunale, tra due squadre che già prima dell’inizio della partita avevano il destino segnato. Il Bagheria infatti, era già retrocesso in Promozione già la settimana scorsa a seguito della sconfitta rimediata sul campo della Sancataldese, mentre al Marsala con l’undicesima vittoria stagionale non raggiunge la salvezza diretta e deve sottoporsi alle forche caudine dei play out retrocessione. Per la squadra di Beppe Rinaudo adesso il futuro è alquanto nebuloso e pieno di incognite, c’è anche chi teme che la società sia arrivata al capolinea e l’attuale dirigenza possa abbandonare il ponte di comando se il Comune non affida la gestione dell’impianto sportivo, come richiesto da una no a questa parte. Certo rimane il rammarico di non avere avuto la possibilità di giocarsi il campionato con una formazione più esperta, sarebbero bastati infatti, un paio di elementi di provata esperienza, soprattutto in attacco per centrare una salvezza che era sicuramente alla sua portata. Avviata la stagione sotto la guida tecnica di Mimmo Bellomo che si è poi dimesso alla 19a giornata dopo la sconfitta interna contro il San Giovanni Gemini, il presidente Francesco Raspanti ha affidato i nerazzurri a Beppe Rinaudo, il tecnico che lo scorso anno era stato promosso nel campionato di Eccellenza vincendo ai rigori la Coppa Italia contro il Pro Favara. L’allenatore palermitano ha fatto quel che ha potuto, ma alla fine il divario tecnico con le altre squadre della bassa classifica era tale che non è riuscito a salvare la squadra. sarebbe bastato poco se come diceva padre Pino Puglisi qualcuno avesse fatto qualcosa. La cronaca della partita vede subito il Marsala spingersi in avanti fin dai primi minuti allo scopo di sboccare il risultato e guarda invano, agli altri campi, soprattutto a Mazara  impegnato contro il Kamarat. Di fronte una squadra imbottita di giovanissimi, giusto premio per coloro che si sono impegnati durante il campionato che hanno a disposizione una vetrina importante per il loro futuro. La prima rete è merito di Said che in contropiede trafigge Marziani, il raddoppio alla mezzora con Fecarotta che devia un assist sotto porta di Said su angolo dell’eterno Barraco, 49 anni a maggio. Nella ripresa il Bagheria, considerato che il Marsala giocava al piccolo trotto, intensifica l’impegno e riduce le distanze al 64’ con Giordano con una rete da fuori area di rara bellezza. In precedenza Campione per ben due volte si è visto dire di no da Anastasi. Al 58’ Chirco sbaglia davanti al Fundarò che aveva sostituito Marziani, lo stesso estremo difensore bagherese si opporrò alla grande alle conclusioni di Convitto, mentre Chirco al 84’ approfitta di una frittata in area dei difensori locali, evita il portiere e deposita in rete.

BAGHERIA MARSALA 1-3
BAGHERIA: Marziani (46’ Fundarò), Lo Coco A., Giordano, Lo Coco P., Biancorosso, Landolina, Matarazzo, Lipari, Campione, Mercanti, Agiato. All. Beppe Rinaudo
MARSALA: Anastasi, Fecarotta, Palazzolo, Bonino, Tuccio, Campione, Comparato (70’ Convitto), Pirrone, Said (61’ Pantaleo), Barraco, Chirco All. Angelo Sandri
ARBITRO Visalli di Messina
RETE: 11’ Said, 32’ Fecarotta, 64’ Giordano, 84’ Chirco

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.