f Bagheria. Finanziato un centro di informazioni e accoglienza turistica | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Finanziato un centro di informazioni e accoglienza turistica

mercoledì 15 maggio 2013, 16:50   Attualità  

Letture: 1.904

bagheria vistaAl Comune di Bagheria è stata finanziata una somma di 200 mila euro per la realizzazione di un centro di informazione e accoglienza turistica che sorgerà nei locali di via Filippo Buttitta, confiscati alla mafia.
A darne notizia l’assessore alle Attività Produttive, Pietro Miosi, nell’ambito del Gal, Gruppo di Azione Locale di Metropoli Est.
L’amministrazione comunale lo scorso mese di gennaio aveva approvato il progetto che prevede la realizzazione del centro di informazione e accoglienza turistica nel comune di Bagheria.
La Giunta comunale, lo scorso anno aveva aderito alla manifestazione di interesse promossa dalla società consortile del Metropoli Est che ha poi approvato la proposta progettuale per il centro di informazione e accoglienza turistica, progetto che è stato inserito al secondo posto della graduatoria definitiva delle istanze ammissibili al finanziamento.
A predisporre il progetto l’ufficio tecnico comunale.
“E’ con grande soddisfazione che abbiamo appreso la notizia del finanziamento per la realizzazione del Centro di informazioni turistiche – dichiara il sindaco Vincenzo Lo Meo – Bagheria nonostante tutte le difficoltà che sta vivendo deve sperare di poter diventare una città a vocazione turistica. La città delle ville deve essere a tutti i costi ricordata per questo, per le sue bellezze architettoniche e naturalistiche e per il mare della sua frazione. E’ quindi necessario mettersi in campo per offrire tutti quei servizi che servono ai turisti come appunto un centro di informazioni e di accoglienza”.
Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore alle Attività Produttive, Pietro Miosi: “utilizzeremo un bene confiscato alla mafia per offrire un servizio che è utile non solo ai turisti ma anche a tutte le attività ricettive, gastronomiche e di accoglienza che offrono servizi ai visitatori perché, come ogni centro di informazioni che si rispetti, sarà fornito di brochure, depliant, e tutto quanto serve ad informare i turisti su quel che la città di Bagheria offre. Un modo per rilanciare il turismo a Bagheria e per entrare in circuiti più ampi, favorendo la necessità di fare rete tra tutti gli operatori turistici.
L’assessore Miosi inoltre informa che, nell’ambito del finanziamento misura 313 B, anche alcune associazioni del nostro territorio sono state finanziate e, al fine di non disperdere le energie, si è deciso di collaborare in un progetto sinergico che vede le associazioni, tra queste “Guernica” che è capofila di un partenariato di 13 associazioni, e ancora “Natura e Cultura” e “Panaria”, soggetti utilizzatrici della sede del centro di informazioni e accoglienza turistica di via Fillippo Buttitta e al contempo dispensatrici di servizi, ognuno per quanto di propria competenza. Tra le attività che si realizzeranno la creazione di itinerari turistici legati alle storiche ville di Bagheria, promozione di prodotti agro-alimentare e servizi legati alla fruizione di Monte Catalfano.
L’accordo si è raggiunto in una riunione che ha visto protagonisti la settimana scorsa l’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore Miosi ed i rappresentanti delle associazioni.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.