f Beatificazione di padre Puglisi. La cerimonia spostata al Foro italico | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Beatificazione di padre Puglisi. La cerimonia spostata al Foro italico

venerdì 10 maggio 2013, 12:10   Attualità  

Letture: 1.401

padre puglisidi Pino Grasso

Sono oltre 60.000 le prenotazioni già pervenute all’Ufficio pastorale per partecipare al rito di Beatificazione di padre Pino Puglisi, a fronte dei 36.600 posti disponibili allo stadio Barbera dove era prevista la celebrazione il prossimo 25 maggio ed allora la Curia ha deciso di spostare la location al Foro italico, dove nel 2010 venne accolto il Santo Padre Benedetto XVI.
“La celebrazione si svolgerà al Foro Italico perché le adesioni, sono arrivate a 62.000 – ha affermato il Vescovo Ausiliare mons. Carmelo Cuttitta – e nei prossimi giorni sicuramente cresceranno ancora. Lo stadio ha la metà dei posti a sedere, quindi per permettere a tutti di partecipare e non attraverso i maxi schermi, abbiamo deciso di spostare la celebrazione in un luogo più ampio”. Al Foro italico potranno accedere tutti senza bisogno di pass, mentre i posti a sedere saranno riservati agli oltre 500 presbiteri e diaconi, i disabili e le autorità e tra queste il presidente del Senato, Pietro Grasso e il vicepresidente del Consiglio dei ministri Angelino Alfano che hanno già dato la loro adesione.
“Da quando il Santo Padre ha riconosciuto padre Puglisi come martire della fede, si sono intensificati i momenti di preghiera e di riflessione” – aggiunge il cardinale Paolo Romeo – desidero ringraziare il sindaco Leoluca Orlando che ha prontamente concesso di organizzare questo evento al Foro italico e anche il presidente del Palermo Maurizio Zamparini che aveva dimostrato grande disponibilità per lo stadio”.
La celebrazione avrà inizio alle 10.30 e sarà introdotta da due inni, quello nazionale e dello Stato pontificio che saranno eseguiti dalla banda dei carabinieri. La Messa verrà presieduta dal cardinale Paolo Romeo, mentre il rito di Beatificazione dal cardinale Salvatore De Giorgi, delegato dal Santo Padre. Subito dopo la proclamazione verrà scoperta la gigantografia di padre Puglisi e verrà introdotto un reliquiario opera di orafi palermitani che riprende le guglie della Cattedrale di Palermo e il campanile, contenente un pezzo di costola prelevato al momento dell’estumulazione della salma. “Ci tengo a precisare – ha continuato mons. Cuttitta – che il resto del corpo non è stato toccato. Abbiamo soltanto prelevato questo pezzo di costola ed alcuni tessuti contenuti nella cassa. La reliquia rimarrà comunque esposta alla venerazione dei fedeli. In Sicilia sono già quattro le parrocchie che ci hanno chiesto la reliquia per la celebrazione della Messa”.
Il crocifisso che campeggerà accanto all’altare sarà quello della chiesa dell’Olivella, ‘U Signuruzzu’, lo stesso che fu utilizzato nel 1982 quando Papa Wojtila celebrò la messa all’ippodromo nel 1995. La celebrazione Eucaristica sarà animata da due cori: uno polifonico, composto da 250 coristi diretto dal maestro Mauro Visconti e uno di supporto all’assemblea di oltre 600 elementi. Tutti i canti della celebrazione sono stati composti dallo stesso Mario Visconti, mentre il Gloria, il Signore Pietà e il Santo saranno quelli cantati per la messa presieduta da Benedetto XVI nell’ottobre del 2010.
Oltre alla celebrazione del 25 maggio ci saranno altri due avvenimenti di grande importanza: la Veglia di preghiera che si terrà il 24 maggio a Brancaccio nel terreno confiscato alla mafia in cui verrà edificato il nuovo complesso parrocchiale dedicato al beato Puglisi e la Messa di ringraziamento che sarà celebrata in Cattedrale domenica 26 maggio. Durante la veglia verrà dedicato un inno al parroco ucciso dalla mafia, composto da don Giuseppe Bruno e dal fratello Daniele. Alla fine del momento di preghiera ci sarà una serata di animazione per i giovani presentata da Massimo Minutella e Salvo La Rosa alla quale parteciperanno alcuni artisti locali.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.