f Coinres. Per i sindaci: contratti di solidarietà per gli ex temporary | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Coinres. Per i sindaci: contratti di solidarietà per gli ex temporary

domenica 19 maggio 2013, 12:35   Attualità  

Letture: 1.294

Coinres protestaSi è svolta ieri l’assemblea dei sindaci del Coinres, il consorzio che si occupa della raccolta dei rifiuti anche a Bagheria.
L’assemblea, con il solo voto contrario dell’amministrazione bagherese e tre astensioni, ha approvato un atto di indirizzo, un documento con il quale si da mandato al commissario liquidatore del Consorzio, l’ingegner Roberto Celico, di stipulare con i lavoratori licenziati, gli ex-temporary, contratti di solidarietà e, nel contempo prorogare con loro il rapporto di lavoro.L’amministrazione comunale bagherese ha espresso parere contrario perché l’istituto dei contratti di solidarietà non è applicabile agli enti pubblici, tra i quali rientra il Coinres e la proroga riguarda il rapporto  in corso e non già risolto, cosa avvenuta lo scorso 10 Maggio”.

Il Comune di Bagheria aveva avanzato una proposta che è stata formalizzata in un documento firmato dal sindaco e da tutta la Giunta, documento che riportiamo integralmente in allegato. L’amministrazione intendeva valutare percorsi per recuperare parte di questi lavoratori ed in particolare quelli necessari all’espletamento del servizio di raccolta dei rifiuti nei vari territori comunali (autisti ed operatori ecologici) come si spiega nel documento ma evitando qualsiasi decisione contra legem.

La prossima settimana l’amministrazione comunale incontrerà i vertici delle forze dell’ordine provinciali per segnalare la grave situazione che si è registrata in questo periodo a Bagheria, ed in particolare a seguito dei roghi avvenuti nelle ultime 24 ore (roghi sviluppatisi in diversi quartieri della città simultaneamente) che creano nocumento all’intera collettività e all’immagine della città.

(ufficio stampa comune)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.