f Palermo. Un 17enne avrebbe confessato il delitto di Acqua dei Corsari | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Palermo. Un 17enne avrebbe confessato il delitto di Acqua dei Corsari

mercoledì 8 maggio 2013, 11:22   Cronaca  

Letture: 1.323

PandolfoSarebbe stato individuato l’autore dell’omicidio di Massimo Pandolfo, ucciso con 40 coltellate e sfigurato a colpi di pietra. Sarebbe stato un ragazzo di 17 anni.
Il minorenne, che abita nella zona della Stazione centrale, è stato rintracciato dai carabinieri grazie ai tabulati telefonici del cellulare di Pandolfo. I militari hanno visto che l’ultima chiamata era quella al diciassettenne la sera del 25 aprile. Da lì sono cominciate le indagini.

l giovane è stato messo sotto torchio e alla fine ha confessato. I militari sono arrivati alla certezza che quel massacro era maturato in ambienti gay ricostruendo la vita privata della vittima: di certo Massimo Pandolfo era assiduo frequentatore di un locale gay molto noto a Palermo, e avrebbe pagato diversi uomini, tra i quali qualche minorenne, per rapporti sessuali. Tra questi il giovane arrestato con il quale, però, sarebbe nata una lite poi sfociata in omicidio. Il ragazzo è già rinchiuso all’istituto minorile Malaspina.

In un primo tempo Pandolfo era stato identificato come uno psicolabile. L’uomo però venne ritrovato vivo a Bagheria. Si era solo allontanato sottraendosi alle terapie obbligatorie alle quali è sottoposto. Poi l’identificazione di Panfoldo. (repubblicapalermo.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.