f Assolto Borzacchelli nel processo sulle talpe alla Procura | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Assolto Borzacchelli
nel processo
sulle talpe alla Procura

mercoledì 3 luglio 2013, 17:49   Cronaca  

Letture: 1.425

BorzacchelliLa prima sezione della corte  d’appello di Palermo ha assolto «perchè il fatto non  sussiste» Antonio Borzacchelli, l’ex maresciallo ed ex deputato  regionale, accusato di concussione. Borzacchelli sarebbe stato  una pedina della rete di «talpe» in Procura messa su, secondo  l’accusa, dall’ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro e  dal manager della sanità Michele Aiello. La Corte di Cassazione  a giugno del 2012 aveva annullato la condanna a otto anni di  reclusione emessa nel luglio 2011 dai giudici d’appello di  Palermo, disponendo un nuovo processo.  Borzacchelli, assistito dall’avvocato Franco Inzerillo,  rispondeva di concussione nei confronti di Michele Aiello, dal  quale avrebbe ottenuto denaro e altri benefit in cambio delle  informazioni sulle inchieste giudiziarie in corso e sulle  attività investigative dei carabinieri. L’ex deputato regionale  era stato condannato in primo grado a dieci anni di reclusione.

Borzacchelli, ex deputato regionale dell’Udc, considerato dai pm una delle pedine principali del sistema “talpe”, era stato assolto nel primo processo d’appello dal tentativo di concussione sempre nei confronti di Aiello. L’ex maresciallo era stato inoltre scagionato dalla imputazione di violazione del segreto istruttorio a favore dell’imprenditore con la formula “per non avere commesso il fatto”; mentre era stata dichiarata prescritta la presunta fuga di notizie fatta per favorire il capomafia di Brancaccio Giuseppe Guttadauro.   (gds.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.