f Bagheria. 30 giovani seguono corsi nei bar, nelle pasticcerie e nelle panetterie | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. 30 giovani seguono corsi nei bar, nelle pasticcerie e nelle panetterie

giovedì 25 luglio 2013, 16:08   Attualità  

Letture: 4.744

laboratori 1di Martino Grasso

30 giovani, dai 18 ai 28 anni, di Bagheria e dintorni,  a lezione di pasticcere, gelataio, barista e fornaio. L’iniziativa è stata promossa dalla Capimed, associazione di categoria, in collaborazione con l’ente di formazione Henn@study.
Il progetto chiamato  “Sapori e saperi tra tradizione e innovazione”, punta alla formazione di 30 giovani talenti nei settori della panificazione e della pasticceria che rappresentano le espressioni della tradizione italiana.
In questi giorni si è concluso il primo ciclo semestrale e formativo di 10 giovani tra i 18 e i 28 anni, che sono stati inseriti in percorsi di tirocinio on the job e che si sono impegnati presso le aziende del settore costituitesi in forma associativa nell’ambito della linea “botteghe di mestiere”, del Programma Amva – Apprendistato e mestieri a vocazione artigianale -, finanziato dal Ministero del Lavoro e realizzato da Italia Lavoro.
laboratori 2La metodologia di formazione è un mix d’aula e di esperienza on the job. Nella fase teorica, i tirocinanti hanno affrontato i seguenti argomenti.
All’iniziativa hanno aderito alcuni esercizi commerciali bagheresi: Bacio Bar, Don Gino, Garden bar, Bar Diva, Panificio Conti, Pan pizzeria e panificio la Spiga.
Durante il corso, i giovani hanno ricevuto anche lezioni teoriche sulla: salute e sicurezza, diritti e doveri (del datore di lavoro e del lavoratore), presentazione delle aziende, procedure di lavoro e formazione sulla preparazione dei prodotti tipici della pasticceria e della panificazione a vocazione prettamente artigianale.
Nella fase on the job i giovani sono stati inseriti presso le Aziende, dove hanno osservato ed imparato le metodologie della preparazione dei prodotti, partecipando fattivamente al processo produttivo.
In Sicilia, sono state attivate 15 botteghe che abbracciano vari settori: dall’enogastronomia alla lavorazione del ferro, dalla ristorazione al benessere della persona, fino alle costruzioni navali e all’impiantistica edile.
In totale, considerando che ogni bottega è formata da un’impresa o da un gruppo di imprese dello stesso settore, sono 103 le aziende del territorio che partecipano al progetto di cui 4 a Caltanissetta e altrettante a Palermo. Al termine dei tre cicli (ciascuno di sei mesi) saranno circa 320 i giovani che avranno imparato un mestiere artigianale
I giovani così formati avranno l’opportunità di meglio inserirsi presso le stesse aziende dove hanno svolto il tirocinio o anche presso altre aziende che ricercano questa tipologia di profili professionali. Queste aziende, qualora assumessero i giovani con la forma contrattuale dell’apprendistato professionalizzante, potranno richiedere il bonus assunzionale– pari a 4.700 euro previsto dal programma AMVA.

Nella foto i dieci giovani del primo corso e Carmelo Lo Dico, responsabile CAPIMED Bagheria; Carmelina Maimone, tutor Italia Lavoro e Arianna Mannino, titolare centro di formazione Henn@studi.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.