f Santa Flavia. Smaltivano rifiuti edili illegalmente. Denunciate 4 persone. Sequestrato cantiere | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Santa Flavia. Smaltivano rifiuti edili illegalmente. Denunciate 4 persone. Sequestrato cantiere

sabato 20 luglio 2013, 08:52   Cronaca  

Letture: 2.990

cantiere edileIl nucleo di polizia giudiziaria del corpo della Forestale di Bagheria, ha sequestrato un cantiere edile a Santa Flavia e denunciato quattro uomini: 3 di Bagheria e 1 di Belmonte Mezzagno addetti alla smaltimento degli sfabbriccidi.
La notizia è stata riportata oggi dal Giornale di Sicilia.
Secondo quanto si legge in un comunicato stampa, sarebbe stato accertato dagli uomini guidati da Gioacchino Leta, “la ditta si sarebbe accaparrata a prezzi concorrenziali i lavori di conferimento dei detriti prodotti dalla demolizione di immobili in diverse zone della provincia di Palermo. Anzichè trasportarli in discarica avrebbero creato diverse discariche abusive.”
Sulla vicenda le indagini sono coordinate dalla procura di Palermo e Termini Imerese. Nel corso dell’operazione sono stati denunciati A. S. di 51 anni di Bagheria, M. P. 33 anni di Bagheria, G. P. nato a Misilmeri e residente a Bagheria di 65 anni e A. B. nato a Desio, nel Milanese, ma residente a Belmonte Mezzagno.

“L’inchiesta -scrivono i forestali- è scattata dopo una serie di controlli sul territorio, per cercare di arginare il fenomeno delle discariche abusive. Una serie di cumuli di rifiuti anche pericolosi, compreso eternit, che potrebbe creare problemi alle falde acquifere”.
I forestali hanno avviato un’attività di monitoraggio nei vari caniteri in modo da controllare l’intero ciclo di rifiuti e verificare come si svolgeva lo smaltimento.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.