f Bagheria. I rifiuti dovranno essere smaltiti nella Discarica di Catania | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. I rifiuti dovranno essere smaltiti nella Discarica di Catania

sabato 10 agosto 2013, 16:32   Attualità  

Letture: 1.531

coinres operai nuovaBrutte notizie per le amministrazioni comunali  di Bagheria, Casteldaccia, Santa Flavia, Ficarazzi e Villabate, sul fronte del conferimento dei rifiuti.
Da oggi, infatti, non potranno più utilizzare la discarica di Mazzarà di San Andrea, in provincia di Messina, ma dovranno recarsi a Catania, almeno fino al 31 agosto. Dal primo settembre, invece, dovrebbero tornare ad utilizzare l’impianto di Siculiana, in provincia di Agrigento.
La decisione di spostarsi da Mazzarà a Catania, è stata presa della Regione, perché la discarica messinese, utilizzata da un numero elevato di comuni siciliani, non può più materialmente sopportare il peso dei comuni più grossi.
Questo però comporterà un aumento esponenziale dei costi del servizio: sia perché per raggiungere Catania bisognerà fare 45 chilometri in più ai 180 che servivano per andare a Mazzarà e anche perché  il conferimento in discarica aumenta da 70 a 130 euro la tonnellata.
Il solo Comune di Bagheria, che produce 70 tonnellate di rifiuti al giorno, passa da 4 mila e 200 euro al giorno a oltre 9 mila di euro al giorno, solo per l’utilizzo della discarica.
“La situazione è paradossale -dice il sindaco di Bagheria Vincenzo Lo Meo- pensavamo che peggio di come stavano le cose non si poteva e invece è successo. Purtroppo ciò è la dimostrazione che il servizio del conferimento dei rifiuti in Sicilia, è nelle mani di pochi privati che gestiscono gli impianti”.
Se Bagheria piange, anche gli altri comuni non ridono. Lamentele arrivano anche da Casteldaccia.
“Questo nuovo spostamento di discarica -dice il sindaco Fabio Spatafora-  è un grosso problema. Il costo del conferimento raddoppierà e rischiamo di dovere aumentare la tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Senza considerare che per raggiungere la nuova struttura gli autocompattatori impiegheranno almeno 6 ore, con problemi che si ripercuoteranno, inevitabilmente, su tutto il servizio”.
Il Comune di Bagheria, dalla fine di giugno, per ridurre i problemi legati al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, aveva deciso di assumere i poteri della gestione della raccolta e del trasporto,  per 6 mesi, attraverso la gestione diretta, con auto-compattatori di proprietà comunale  e alcuni presi con la formula di nolo senza conduttore e di nolo con conduttore.
Il Comune di Bagheria ha preso questa decisione  per superare le problematiche di carattere burocratico legate al passaggio continuo da una discarica ad un’altra.
Non è però escluso che nei prossimi giorni possano ritornare disagi sulla raccolta dei rifiuti urbani sia Bagheria, che nei comuni di Casteldaccia, Santa Flavia, Ficarazzi e Villabate.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.