f Bagheria. Ritrovato Pitbull con le orecchie mozzate e suturato con nylon da pesca | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Ritrovato Pitbull con le orecchie mozzate e suturato con nylon da pesca

lunedì 26 agosto 2013, 13:40   Cronaca  

Letture: 5.589

pitbulldi Martino Grasso

Un Pitbull dell’apparente età di 4 mesi, è stato trovato da due ragazzi, nei pressi della periferia della città, con le orecchie mozzate e malamente medicate.
La ferita, infatti, era stata suturata con del nylon utilizzato per la pesca.
Agli animali che vengono utilizzati per i combattimenti le orecchie vengono mozzate, in modo tale che l’avversario non abbia a disposizione un organo facilmente attaccabile. La legge, però, vieta da alcuni anni, il taglio delle orecchie ai cani.
I due giovani che hanno trovato il pitbull lo hanno condotto da un veterinario bagherese, Gino Gagliano.
“Ho medicato la ferita -dice il dottor Gagliano-e tengo precisare che questo tipo di pratica è assolutamente vietata. Nessun veterinario pratica questo tipo di chirurgia.
Purtroppo a Bagheria da alcuni anni è aumentata a dismisura. La legge la vieta con sanzioni anche penali. Solitamente chi pratica questi interventi illegalmente non ha alcuna preparazione medica, di conseguenza non conosce  gli effetti ed i possibili rischi generati dalla somministrazione di un anestetico, ma nemmeno le procedure di sterilità necessarie per poter effettuare un intervento chirurgico di questo tipo. Si sconoscono anche le terapie antibiotiche adeguate per scongiurare eventuali infezioni.”

Il professionista informerà gli organi sanitari competenti e si riserva anche una denuncia alle forze dell’ordine, affinchè vengano individuati gli autori.

Il cane è stato adottato dai due giovani che lo hanno ritrovato.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.