f Lo Stato ha coscienza del problema racket | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Lo Stato ha coscienza
del problema racket

giovedì 29 agosto 2013, 12:21   L'Opinione  

Letture: 3.044

calìdi Gianluca Calì

A 22 anni dalla morte di Libero Grassi, molto è cambiato.
Bisogna gridarlo facendo in modo che la gente possa finalmente capirlo che le cose sono molto diverse perché lo Stato adesso ha preso coscienza del problema, mettendo in campo i migliori magistrati, uomini delle forze dell’ordine, strumenti di intelligence, ma soprattutto leggi più efficaci.

E’ di ieri il Decreto Legge del consiglio dei ministri che finalmente tutela i testimoni di giustizia e i loro familiari, tema questo mai preso seriamente in considerazione prima di oggi.

Lo Stato senza la coscienza pubblica e civile che ne prende atto concretamente con la denuncia e la collaborazione concreta non può essere considerato un fenomeno in via di estinzione, per cui spero che la gente possa finalmente aprire gli occhi e capire e far capire che ci sono infinite forse di soprusi e prevaricazioni mafiose: quando non ti pagano i lavori, servizi,  prodotti ecc…. o ti rubano la macchina e ti chiedono soldi in cambio…. o ti impongono fornitori o lavoratori, o ti chiedono un contributo per i carcerati.

Queste forme di soprusi levano ossigeno al rilancio e al riscatto della Sicilia e dei siciliani.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.