f Misilmeri. Arrestati i presunti autori di una rapina ai danni di una farmacia | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Misilmeri. Arrestati i presunti autori di una rapina ai danni di una farmacia

giovedì 22 agosto 2013, 11:36   Cronaca  

Letture: 2.436

arresti mislmeriI Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Misilmeri in collaborazione dei colleghi del Comando Stazione di Ficarazzi, hanno tratto in arresto i due giovani ritenuti responsabili della rapina a mano armata, effettuata nel tardo pomeriggio del 20 agosto, ai danni della farmacia “Musumeci”, ubicata in località Portella di Mare, Piazzetta XII Gennaio, frazione del Comune di Misilmeri.

Le manette sono scattate per in Gianluca Tesauro 21enne e Roberto Pasquale Vitale, 22enne, entrambi residenti nel Comune di Villabate, pregiudicati  per reati contro il patrimonio, la persona e reati inerenti le sostanze stupefacenti.

Una gazzella del Nucleo Radiomobile Operativo di Misilmeri, intorno alle ore 21,00, intercettata l’autovettura segnalata dalla Centrale Operativa quale veicolo utilizzato per la fuga da due rapinatori, dove ingaggiava un animato inseguimento.

I due, diretti verso Bagheria a bordo di una Peugeot 307, venivano fermati con una manovra repentina, bloccati e tratti in arresto nel  Comune di Ficarazzi, dove ad attenderli un’altra pattuglia, coordinata dalla Centrale Operativa della Compagnia di Bagheria d’intesa con l’operatore di Misilmeri, per interdire eventuali vie di fughe.
La fuga della Peugeot dal luogo della rapina, per fortuna, non ha provocato danni nei confronti di utenti della strada. La stessa, bloccata dalle pattuglie intervenute,  fermava la propria corsa così che i due rapinatori, vistisi in trappola, scendevano dall’auto senza opporre ulteriore resistenza, consegnandosi ai Carabinieri che li hanno subito ammanettati.
La rapina, eseguita brandendo un coltello e la minaccia verbale, con i volti parzialmente travisati, è durata non più di 2 minuti e nel corso della stessa, ha fruttato ai due rapinatori un magro bottino di circa 200 euro.
Era l’incasso presente in cassa in quel momento, che sono stati restituiti alla titolare della farmacia, dopo aver regolarizzato la denuncia in Caserma.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.