f Trovato accordo sui rifiuti. I lavoratori degli Ato transiteranno nelle Srr | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Trovato accordo sui rifiuti. I lavoratori degli Ato transiteranno nelle Srr

martedì 6 agosto 2013, 18:47   Attualità  

Letture: 2.242

coinres operai nuovaBuone notizie per i dipendenti del Coinres.
E’ stato firmato ieri pomeriggio da sindacati, assessorato all’Energia, dal Dipartimento Rifiuti, e dalle associazioni datoriali e imprenditoriali del settore, l’accordo che prevede il passaggio dei lavoratori degli Ato della Sicilia, in tutto 11 mila operatori, alle nuove Società di regolamentazione rifiuti.
“Siamo soddisfatti -spiega Dionisio Giordano Segretario regionale Fit Cisl Ambiente-, se una parte dei lavoratori era già tutelata nella previsione della legge regionale del 2010, con la firma del testo di oggi sono state ampliate le tutele a favore di tutti gli operatori che a qualsiasi titolo erano in servizio al 31 dicembre 2012, ciò evita ulteriore macelleria sociale e consentirà, riorganizzando i servizi con maggiore efficienza, di portare l’isola fuori da una condizione di emergenza rifiuti quotidiana”.

Il testo prevede dunque il passaggio a partire dal mese di ottobre,  regola il transito che avverrà attraverso la creazione di un bacino in cui confluiranno tutti gli undicimila lavoratori del settore.
“Il testo infatti non determina l’automatismo del passaggio di tutti i lavoratori in servizio ma blinda questo bacino di lavoratori dell’Igiene ambientale, obbligando le nuove Srr o i piani di intervento dei cosidetti Aro ambito di raccolta ottimale, ad attingere dall’elenco dei lavoratori che da anni svolgono il servizio di pulizia in tutta l’Isola”. “Abbiamo tutti concordato – aggiunge Giordano – sull’esigenza di rendere più efficienti i servizi di raccolta differenziata nell’Isola e di garantire i livelli occupazionali esistenti al 31 dicembre 2012 . Adesso i sindaci hanno un riferimento normativo chiaro che tutela i lavoratori del settore per consentire a tutti, di continuare a prestare un opera essenziale per la tenuta igienico sanitarie delle nostre città. Di certo l’accordo non basta per rendere efficienti i servizi, ma certamente non si può migliorare la qualità della raccolta e le percentuali della differenziata senza la fondamentale opera di questi lavoratori” .
Giordano conclude “ringraziamo per la sensibilità mostrata sia l’assessore Marino che il dirigente del Dipartimento Rifiuti Lupo e apprezziamo la condivisione dell’accordo fatta dalle associazioni datoriali Federambiente e Fise-Assombiente, Anci, Confindustria e le associazioni delle imprese di igiene ambientale siciliane , ci auguriamo che agli impegni sottoscritti seguano i fatti”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.