f Bagheria. Raid vandalico ai danni della comunità parrocchiale San Sepolcro | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Raid vandalico ai danni della
comunità parrocchiale San Sepolcro

sabato 28 settembre 2013, 09:39   Cronaca  

Letture: 2.513

san sepolcrodi Pino Grasso

Ennesimo atto vandalico ai danni della comunità parrocchiale del Santo Sepolcro. Ignoti nei giorni scorsi sono penetrati all’interno dell’oasi di “Contrada Brigandì”, un luogo dove vengono effettuati ritiri e campi scuola per giovani e ragazzi e dove sorge una chiesetta ed hanno distrutto le artistiche e preziosissime vetrate artistiche sulla “Via Crucis” che adornano l’attigua cappella.
“Da quando mi sono insediato – dichiara il parroco don Filippo Custode – è già la quarta volta che debbo contattare con i miei collaboratori questi atti compiuti da persone stupide che non comprendono l’importanza di questa struttura che serve ai giovani per svolgere attività formative. Se hanno bisogno di dormire o di un aiuto economico che vengano a parlare con me, ma non distruggano quello che con tanti sacrifici è stato fatto dal mio predecessore don Mario Di Lorenzo e dalla comunità parrocchiale”.
filippo custodeNel precedente raid, i vandali hanno pure compiuto un atto sacrilego, lanciando da una finestra il tabernacolo vuoto, rotto alcune vetrate e strappato diversi materassi dalle stanze, oltre a mettere a soqquadro altri locali della struttura parrocchiale. Come detto non è la prima volta che accade un episodio simile, già nella settimana che precedeva la Pasqua è stata effettuata un’altra incursione.
“Non riesco a spiegarmi un episodio simile – aggiunge il parroco, che lo ha comunicato domenica scorsa ai parrocchiani al termine delle celebrazioni Eucaristiche della domenica – il danno che è stato arrecato non è tanto alle cose, ma alla comunità stessa che ha realizzato la struttura a fronte di tanti sacrifici”. Adesso il parroco che ha denunciato più volte l’accaduto alle forze dell’ordine è intenzionato a fare collocare delle grate di ferro agli infissi al fine di evitare che possano ripetersi episodi simili in futuro.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.