f Bagheria. Chiusa l'indagine sui forestali. Verso il rinvio a giudizio | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Chiusa l’indagine sui forestali. Verso il rinvio a giudizio

giovedì 24 ottobre 2013, 08:40   Cronaca  

Letture: 1.648

guardia_forestale_autoI sostituti procuratori Alessandro Picchi e Caterina Malagoli, coordinati dall’aggiunto Leonardo Agueci, hanno chiuso le indagini sulla vicenda dei forestali del distaccamento di Bagheria arrestati nel marzo scorso. Nei prossimi giorni si chiederanno i rinvii a giudizio.
Gli agenti, secondo l’accusa, avrebbero chiesto mazzette per chiudere un occhio  sui controlli antiabusivismo e per consentire ad alcuni  imprenditori di prelevare materiale per le costruzioni in aree  non autorizzate.
Gli inquirenti avevano documentato l’intera vicenda anche attraverso delle intercettazioni. Su disposizione del gip di Palermo, Angela  Gerardi vennero coinvolti nell’inchiesta  quattro agenti della Forestale in servizio presso il  distaccamento di Bagheria e un imprenditore edile, accusati di  corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità,  omessa denuncia ed abuso d’ufficio.Si tratta di Pietro Rammacca, 50 anni, di Ficarazzi e Rosario Spataro, 51  anni, di Palermo,  Domenico  Bruno, 51 anni di Bagheria, Giovanni Fontana, 52 anni di  Villabate e l’imprenditore Rosario Azzarello, 45 anni di  Ventimiglia di Sicilia. Altre 13 persone risultano indagate.      Secondo gli investigatori alcuni imprenditori mantenevano  costanti rapporti con appartenenti del corpo forestale, tra i  quali Rammacca e Spataro, in servizio presso il distaccamento di  Bagheria per “acquisire vantaggi economici sia dalle loro  azioni, che, soprattutto, dalle loro coscienti omissioni”. I  due secondo l’accusa sono stati anche intercettati mentre in  auto si dividevano i soldi appena estorti ad un costruttore.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.